Sant’Agnello domani a Ercolano: cercasi punti disperatamente

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Alla vigilia del match con il Rita Ercolano, seconda in classifica del campionato di Promozione alle spalle del Cicciano, Antonio Guarracino fa il punto della situazione, cercando di sollevare il morale basso della squadra dopo il pareggio sfumato agli sgoccioli proprio con la capolista. «Un punto non avrebbe comunque fatto la differenza – ammette il mister -, c’è il rammarico di una partita che per l’ennesima volta è stata sfortunata, io vedo la situazione delle altre squadre in classifica e mi convinco che il nostro è un problema di personalità e paura». Una paura che spesso ha rovinato i finali della gare della Fc: «Non avendo il risultato a favore ci facciamo prendere dal timore agli sgoccioli della partita – spiega Guarracino – e può capitare che le altre squadre ne approfittino come accaduto con il Cicciano». Il tecnico ha assistito ieri alla gara di serie B tra Juve Stabia e Crotone, terminata 2-2, con una rete al 96′ di Marco Sau per le vespe, motivo di riflessione per Guarracino: «Negli ultimi minuti un giovane difensore del Crotone – spiega – ha sbagliato due palloni facili permettendo alla Juve Stabia di pareggiare, è la stessa cosa che succede a noi, ho rivisto i miei ragazzi».
L’Ercolano ha perso la ultima sfida contro la Pro Pagani, una compagine che ne aveva presi 4 proprio dal Sant’Agnello, a testimoniare il fatto che il campionato di promozione è equilibratissimo e che la Fc non è riuscita a inserirsi vuoi per sfortuna, vuoi per decisioni arbitrali o per errori. «Sicuramente loro puntano ai playoff ed è una piazza molto calda che ha subito anche una contestazione – dice il tecnico santanellese -, quindi vorrà riprendersi, noi dobbiamo andare li con la rabbia di chi sta per morire, se ce l’avremo giocheremo una partita gagliarda, se ci mancherà andremo incontro ad una brutta figura. La situazione della rosa è migliorata dopo le ultime uscite, Guarracino dovrà fare i conti solo con una nuova assenza: «Sarà l’ultima fuori di Parlato – conclude -, poi Pescatore che è lungodegente e si è aggiunto Gargiulo che ha subito una distorsione al ginocchio e sembra che mancherà anche nella gara con il Vico».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!