Lubrensis ancora un podio a Cento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Ancora piazzamenti a podio per la Asd Lubrensis che nella gara disputata a Cento. I bianco azzurri sono scesi in pedana in due diverse categorie: 600 e 720 Kg.
Al termine della intensa giornata di gare il team costiero ha ottenuto un lusinghiero secondo posto nella categoria più leggera, mentre hanno chiuso sul gradino più basso del podio nella 720 Kg.
A Cento i tiratori della Città dell’Olio hanno ottenuto lo storico traguardo del primo posto nel proprio raggruppamento grazie anche al punto strappato ai pluridecorati campioni del Cobra Fermo.
Nella finalissima contro gli stessi atleti marchigiani, però, il team del presidente Sandro Gargiulo non è andato oltre il secondo posto al termine di due manche tiratissime.
Nella categoria riservata ai 720 chilogrammi i massesi pagano lo scotto di una mancanza di 50 chili e rischiano l’eliminazione al primo turno, ma dopo aver raggiunto la posizione utile alla fase finale, la Lubrensis cede ancora una volta alla squadra dei Cobra Fermo al termine di due grandi manche. Nella finalina il sodalizio costiero schianta il San Vittoria e sale sul podio.
Al di là dei successi e del grande impegno che i bianco azzurri stanno dimostrando in tutte le pedane d’Italia c’è un problema economico che incombe. Infatti, la Lubrensis non prenderà parte alla gara di Cuneo considerati i notevoli impegni economici in concomitanza anche con l’eventuale trasferta in Scozia per i Mondiali.
«Una passione che però ha bisogno anche di un notevole sforzo economico, a parte quello fisico più evidente. Motivo per cui molto probabilmente la Lubrensis salterà la trasferta di Cuneo valida per il ritorno della cat.640kg dove gli atleti massesi dovrebbero difendere, se non migliorare, il buon 3’ posto ottenuto nella gara di andata del 18 dicembre – commenta Gargiulo -. Ogni trasferta per esempio, comporta una spesa di circa 3-4 mila euro, che vanno ad affiancarsi a tutte le altre spese quali attrezzature,visite mediche,pedana,mondiali in Scozia. Tutte spese che avrebbero bisogno di un “enorme” aiuto economico! Ciò nonostante però, la Lubrensis esprime riconoscenza a tutti i sostenitori ed invita tutti ad accompagnarli nelle gare di Cento del 29 gennaio e chissà, la finale della 640 kg di Cuneo del 12 febbraio».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!