Sorrento, Basso:”Non guardo la classifica c’è il Taranto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Non guarda alla classifica, ma pensa già al Taranto Simone Basso (foto Penna)

Sorrento – E’ stato tra i protagonisti di questa fase positiva del Sorrento Simone Basso che si candida a grimaldello per scardinare una delle difese professionistiche migliori d’Europa, quella del Taranto vice capolista.
Un inizio in salita per il furetto proveniente dallo Spezia che subito si infortunò nel match amichevole contro il Massa Lubrense perdendo la prima parte della stagione.
«Un po’ dispiace questo è sicuro – commenta Basso -. Ora ho recuperato bene e sto dando il mio contributo. Spero che questo momento positivo mio duri più a lungo possibile in modo che possa contribuire a fare tutto quello che posso per la squadra».
Idee chiare per l’ex giocatore del Frosinone e del Crotone che non pensa alla classifica, come mister Ruotolo, ma bada al sodo e alla politica dei piccoli passi.
«Se non guardare alla classifica porta a questi risultati io non la osservo neppure un po’ – scherza l’esterno rossonero -. C’è bisogno di pensare una partita alla volta per dare il massimo in ogni singolo incontro. Ora incrociamo una delle prime della classe e cercheremo di fare il massimo».

“Voglio dare il massimo per far continuare il momento positivo” dichiara il furetto rossonero (foto Pollio)

Gli ionici sono una squadra di primo pelo che all’Italia, nel match di andata, rese la vita durissima alla compagine costiera di mister Sarri. Il punto destò dal sonno i giocatori del presidente Gambardella che iniziarono un periodo positivo.
«Quella di Taranto è una partita come le altre nella quale vogliamo continuare a fare punti – spiega Basso -. Sicuramente è una compagine solida che prende pochissimi goal e avrà di certo la spinta del suo pubblico e vorrà fare bella figura considerato che ci sarà anche la diretta televisiva».
La mente è proiettata alla partita di lunedì allo Iacovone che i costieri stanno preparando al meglio per non incorrere in brutte sorprese.
«Ci siamo messi alla spalle il match contro il Como e pensiamo solo ai rossoblu – afferma l’esterno -. Ci mancherà Camillucci che ha dimostrato di essere importante per noi, ma chi lo sostituirà lo farà nel migliore dei modi avendo grande voglia di giocare».
Il lavoro svolto in estate dal ds Avallone è di certo buono, infatti, tutti gli atleti del Sorrento sono stati cercati almeno da una squadra, ma il barbuto e talentuoso numero sette rossonero tira dritto al prossimo obiettivo.
«Di mercato non parlo anche perché io sto bene qui e mi godo questo momento positivo – dichiara convinto Basso -. Ora è il tempo di concentrarci sul match di lunedì contro gli ionici a cui teniamo tantissimo».
La sessione invernale potrebbe vedere la squadra pugliese perdere due elementi importanti come Chiaretti e Di Bari appetiti da società di serie B.
«Sono entrambi giocatori validi che di certo saranno sostituiti da elementi di pari valore – conclude l’ex Frosinone -, ma non so se partiranno prima del match contro di noi. Di certo loro sono un gruppo solido e due in meno non credo che altereranno gli equilibri della squadra».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!