Libertas: chiuso con una vittoria il girone d’andata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Baronissi – Al Palasport PalaIrno di Baronissi la Libertas di Adriano Morelli ha chiuso il girone d’andata con una bella vittoria esterna per 3-0 contro la Due Principati. Contro una squadra indietro in classifica, ferma a 13 punti, la Libertas ha conquistato i tre punti necessari ad andare in attivo nella prima parte del campionato, chiuso infatti con 20 punti, frutto di 7 vittorie sulle 13 partite totali giocate.
La partita non è mai stata in discussione se non nel primo set, quando la squadra salernitana ha portato sul 22-25 le ragazze sorrentine, che poi hanno stravinto la seconda frazione con un netto 13-25 per poi vincere il match comandando il terzo set, chiuso con il punteggio di 20-25.
Con questa vittoria la Libertas ha eguagliato il numero di punti raggiunti nella scorsa stagione, chiusa all’ottavo posto in classifica con 6 vittorie all’attivo. Una stagione dunque positiva, da migliorare ulteriormente nel girone di ritorno, che, rispettando le premesse dell’andata, potrebbe regalare alla squadra il doppio degli attuali punti.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!