Apd Carotenuto: Buona la prima di Cafiero e Gargiulo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – E’ stata una gara lunga ed estenuante, ma anche una continua corso contro il tempo per poterla giocare quella tra Apd Carotenuto e Edil Atellana, alla fine la spuntano i bianco blu della coppia Cafiero-Gargiulo solo al tie-break.
E’ stata una gara equilibrata ed avvincente con cartellini gialli ed emozioni a iosa perché la posta in palio era altissima per ambo le squadre.
I bianco blu di casa dovevano riscattare le quattro sconfitte consecutive, la Atellana fare punti per allontanarsi dalle zone paludose della bassa classifica.
Era il primo incontro del dopo Pontecorvo e la coppia Cafiero-Gargiulo si attendeva una risposta dai ragazzi che almeno parzialmente c’è stata. Il sestetto di avvio vede Leone in palleggio con Lauro come opposto, mentre al centro agiva la coppia Souza-Cangiano e in banda Amitrano ed Amura con Gargiulo come libero.
La partenza non è delle più promettenti con gli ospiti concreti e i bianco blu fallosi come non mai. Il set prende una brutta piega e così Atellana riesce a portarsi in vantaggio nel computo totale.
La risposta del team santanellese è veemente. Si porta avanti punto dopo punto e il vantaggio si allarga sino al 23-19, ma quando tutto fa pensare ai titoli di coda per il parziale, i padroni di casa fanno black-out e Atellana si porta avanti per 23-24. La paura dell’ennesima sconfitta si materializza, ma c’è lo scatto d’orgoglio che permette alla Apd di vincere ai vantaggi per 27-25.
L’equilibrio non si spezza, ma sale la tensione quando sul 19-20 in favore degli ospiti un presunto fallo in palleggio non viene sanzionato dal direttore di gara. Proteste a go-go e tre gialli per i bianco blu che pagano con un punto e tanto nervosismo. Dopo cinque minuti Atellana si dimostra più fredda e vince 23-25.
La forza dei nervi spinge tantissimo i santanellesi che schiantano nettamente gli ospiti. Grinta, voglia e determinazione per la Apd che vince con merito il quarto parziale per 25-13.
Nel tie-break si ripropone la migliore Carotenuto della stagione che con convinzione e determinazione e qualche patema complice anche un calo della Atellana si impone per 15-11, porta a casa due punti e respira dopo un periodo no.
«Era importante vincere senza badare al modo e lo si è fatto – commenta Cafiero -. Spero che i ragazzi ci seguano al meglio per riuscire ad ottenere la salvezza quanto prima. Ora ci sarà una settimana di allenamenti in più in vista delle finali di Coppa Campania in modo da preparare al meglio la sfida delicata contro Faicchio. Devo fare i complimenti all’Atellana che si è dimostrata un osso duro. Ora speriamo si sia realmente voltato pagina».

Apd Carotenuto – Edil Atellana 3-2
(21-25; 27-25; 23-25; 25-13; 15-11)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!