Sant’Agnello: il guardalinee dorme, sfuma il pareggio con la capolista

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Incredibile sconfitta per il Sant'Agnello con la capolista Cicciano

Massalubrense – Incredibile la serie di sfortune che quest’anno sta colpendo il Sant’Agnello di Negri e Guarracino. Incredibile il cuore con cui i ragazzi della Fc hanno fatto fronte alle difficoltà sfiorando il colpaccio contro il Cicciano primo in classifica sul sintetico del Cerulli. Sarebbe potuta arrivare una vittoria, il guardalinee ha decretato la sconfitta.
Una sconfitta maturata negli ultimi minuti di gioco dopo una grandissima gara degli uomini della Fc: 3-2 il risultato finale. Per i padroni di “casa” le reti sono di Inserra, che di testa sfrutta un grandissimo cross dalla sinistra di Macarone, e di Luigi Cappiello, già protagonista pur avendo giocato poche gare dopo l’esperienza al Massa. La sua rete è una fotocopia della prima, gran colpo di testa su una ottima palla in mezzzo di Iozzino, entrato nel secondo tempo per provare a cambiare il risultato. Le reti del Cicciano invece arrivano grazie soprattutto ad errori difensivi, il primo di Gargiulo che libera l’attaccante avversario, poi su una punizione sporca che attraversa l’area e finisce in rete e poi, a pochissimi minuti dalla fine della gara, il capolavoro del guardalinee, sembrato a tutti un po’ in ritardo sulle decisioni già nel corso della gara, che convalida il gol vittoria della capolista segnato in clamoroso fuorigioco. Inutili le veementi proteste della Fc che non riesce proprio a togliersi di dosso una sfortuna ormai cronica tra infortuni, decisioni arbitrali avverse e gol sbagliati. Di buono la grossa prestazione con la primatista del campionato, che da un lato però aumenta l’amaro in bocca: il Sant’Agnello infatti non riesce a smuovere la classifica seppur in un campionato equilibrato. Ora sotto con Vico ed Ercolano, seppur con il morale sotto i tacchi dopo questa pesante mazzata.

Sant’Agnello – Cicciano 2-3
Sant’Agnello: Palomba G, Gargiulo ( 36’st Schiazzano), Palomba F, Inserra, Dentale, Fiodo, Coppola (15’st  Cappiello), Schettino, Scelzo (1’st Iozzino), Macarone, Ferraro. A disposizione: La Mura, Esposito, D’Esposito, Gaeta.
Allenatore: Guarracino
Cicciano: Simonetti, Bifulco, De Riggi, Spera, Addeo, Caccavale, Martiniello, Marano (40’st Panico), Di Benedetto, Barbati. Dell’Anno (30’st Di Meo). A disposizione: De Sarno, Galluccio, Aveta, Napolitano, Castellano.
Allenatore: Napolitano
Arbitro: sig. Balbo di Caserta
Marcatori: 15’pt Martiniello (C), 10’st Inserra (S), 25’st e 46’st Barbati (C), 35’st Cappiello (S).
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Spera, Palomba F, Dentale, Schettino, Ferraro. Espulsi: La Mura

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!