Sorrento, Camillucci:” Giochiamo e ci divertiamo in modo concreto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

"Mi ha cercato il Benevento, ma sto benissimo a Sorrento e voglio vincere qui" tuona Camillucci (foto Penna)

Sorrento – Sta correndo come un forsennato dalla prima giornata di campionato Cristiano Camillucci che in mediana con Armellino si è messo il Sorrento sulle spalle contro tutto e tutti per provare a raggiungere l’obiettivo play-off fissato ad inizio stagione.
Voluto fortemente da Sarri, ora si trova a lavorare con Gennaro Ruotolo che è riuscito a trasformare i costieri in una squadra semplice, ma affamata di punti.
«Diciamo che con Sarri non facevamo risultati», scherza Camillucci, ma quando torna serio commenta la stagione dei rossoneri.
«Non è stato tutto da buttare il percorso fatto con il mister, ma abbiamo steccato alla grande il match con la Pro Vercelli – spiega -. Ruotolo ci ha dato cose positive e dal suo metodo di allenamento ognuno di noi sta prendendo cose utili a migliorarsi».
Il condottiero di Santa Maria a Vico aveva detto che la sua squadra doveva percorrere un cammino a gradini cercando di migliorarsi di volta in volta.
«Partita dopo partita si deve sempre puntare a perfezionarsi – analizza Camillucci -. Affrontiamo gli avversari con la giusta cattiveria, realizziamo un discreto possesso palla, ma cosa fondamentale giochiamo e ci divertiamo, ma lo facciamo anche in modo concreto».

“Il Como verrà a Sorrento per fare una grande gara contro una big” (foto Pollio)

Il periodo di flessione del Sorrento è coinciso con un calo di tutta la mediana. La costruzione di qualcosa d’importante sembrava essersi rotta improvvisamente, poi l’inversione di tendenza per la compagine  peninsulare.
«Ci sono degli alti e bassi nella stagione per un calciatore  – commenta il centrocampista -. Di certo in alcune gare non mi sono espresso al meglio, ma fa piacere che io e la squadra siamo tornati su buoni livelli».
Partito tra le favorite il Sorrento si è trovato a dover rincorrere prima Ternana e Taranto, poi addirittura i play-off obiettivo dichiarato di inizio stagione.
«Per me gli umbri e gli ionici stanno giocando un campionato a parte – spiega l’ex Alessandria -. Noi pensiamo gara dopo gara ad affrontare un avversario per volta la classifica non ci interessa. Di certo puntiamo come minimo al raggiungimento degli spareggi promozione nella migliore posizione possibile».
Sta giocando in diffida ormai da quattro gare e di certo non è semplice, ma il mediano quando entra in campo non ci pensa e va avanti.
«Con il mio modo di giocare il rischio di prendere un’ammonizione c’è – continua Camillucci -. Io cerco di evitare  le sanzioni stupide anche se so che ci sono pronti i miei compagni  a sostituirmi come Niang e Greco».
Il mercato impazza e i costieri hanno perso prima Galabinov e poi Tognozzi che adesso è corteggiato dal Pisa, mentre anche il mediano di Terni è stato cercato da qualcuno come conferma lui stesso.
«Mi ha contattato il Benevento, ma ho cortesemente rifiutato perché qui sto bene – dichiara il numero quattro costiero -. Penso solo a dare il massimo con questa maglia perché ho sposato il progetto della famiglia Gambardella».
Dopo tre gare molto positive, all’Italia scenderà in campo il Como che in settimana ha cambiato tecnico ed ha la famiglia Tesoro pronta a vendere la società.
«I lariani hanno buoni elementi e sono una compagine da non sottovalutare – conclude la piovra rossonera -. Avranno voglia di riscatto dopo il pareggio con il Foligno, poi tutti quelli che scendono in campo contro di noi vogliono fare un grande match perché il Sorrento è considerata una grande del girone».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!