Vico in bianco a San Valentino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il presidente Savarese dopo lo 0-0 esterno del Vico

San Valentino Torio – La prima sfida del 2012 del Vico Equense, la prima gara del girone di ritorno, è terminata con uno zero a zero che premia i ragazzi di De Simone che per un lungo tratto di gara sono stati costretti a giocare in dieci uomini.
Il mercato ha rivoluzionato la squadra del presidente Nello Savarese che schiera Apuzzo dal primo minuto con Germano a sostituire l’infortunato Serio. Dopo i primi minuti in cui le squadre hanno cominciato a studiarsi una azione d’attacco della Virtus Casollese, che in precedenza si era resa pericolosa con D’Avanzo, ha portato Cirillo a pagare reciproche scorrettezze con la punta avversaria con il cartellino rosso che ha privato la squadra di un elemento importante per un tempo e mezzo. De Simone sistema un po’ la squadra che da quel momento, invece di soffrire, costruisce un buon numero di palle gol arrivando vicino alla rete con Granato e Dioneo che, appena subentrati, dimostrano di poter tornare molto utili alla causa vicana in questa seconda parte di campionato e con due conclusioni di Lucarelli, la prima in sforbiciata, che purtroppo non vanno a segno. Soddisfatto il presidente Nello Savarese anche se la sua squadra non è riuscita a bissare il risultato dell’andata, quando il Vico aveva in casa battuto la Virtus con un gol all’86’ di Giuseppe Donnarumma, l’addio di lusso di questa sessione di mercato. «E’ stata una buona partita per noi, un buon risultato considerando il tempo e mezzo giocato senza Cirillo a causa dell’espulsione – commenta il massimo dirigente vicano -. Credevamo di dover soffrire e invece abbiamo sfiorato il gol in almeno tre occasioni, peccato per lo 0-0 finale che cercheremo di riscattare nella prossima gara in casa».

Virtus Casollese – Vico Equense 0-0
Virtus Casollese – Caso, D’Arco, Iuliano (dal 30’st Rastelli), Allocca, Di Benedetto, Rapolo, Faggiano (dal10’ st Fiume), Vescovo, D’Avanzo, Raffone, Testa (dal 20’ st Serio). A disp.: Gigantino, Basile, Roscigno, Lanzara. All. Coppola
Vico Equense – Belviso, Conte (dal 13’ st Esposito), Rapesta, Cirillo, Scala, Piscopo, Apuzzo, Di Capua, Germano (dal 28’ st Granato), Lucarelli N., Pisacane (dal 32’ Dioneo). A disp.: Di Martino, Matrone, Gaudino, Lucarelli V.  All. De Simone (squal.)
Arbitro: Minicozzi (Benevento)
Ammoniti Allocca, Di Benedetto, Faggiano, Raffone (VC), Granato (VE)
Espulsi: Cirillo al 40’ pt

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!