Sorrento, Ruotolo:”Contro il Monza bisogna superarsi”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

"Carichi a mille per battere il Monza" i dettami di Ruotolo

Sorrento – Vuole una squadra a sua immagine e somiglianza tutta grinta e cuore l’allenatore del Sorrento Gennaro Ruotolo. E’ questo il messaggio lanciato dal timoniere costiero ai suoi ragazzi nella conferenza stampa di questa mattina allo stadio Italia.
Non pensa al mercato, ma ha fisso in mente solo il prossimo ostacolo il trainer di Santa Maria a Vico che vorrebbe regalare ai tifosi i primi tre punti del 2012 con il Monza nell’esordio casalingo del nuovo anno.
«Noi dobbiamo rispettare tutte le gare e tutti gli avversari – commenta Ruotolo -. Il mio compito è quello di caricare a mille i miei ragazzi per la partita contro i brianzoli. Di certo loro sono una squadra viva, tignosa e forse sarà raccolta a chiuderci gli spazi, ma noi dovremo superarci».
Nessuna rivoluzione copernicana per il condottiero del Sorrento che propone i suoi con un modulo molto simile a quello di Sarri. La svolta dovrà essere nella testa e nella convinzione.
«Gli uomini sono improntati a un determinato modulo, ma il mio lavoro al momento è rivolto al cambio di mentalità –  spiega l’allenatore -. Di certo ho portato qualcosa di mio, ma lo spirito e la convinzione con cui fare le giocate deve essere differente».

Proverà a far diventare il Sorrento a sua immagine e somiglianza il trainer rossonero (Foto Penna)

Vuole trascinare i giocatori e il pubblico in campo come faceva quando da  calciatore ha contribuito a due promozioni dei rossoneri e la sua ricetta per riuscirci è chiara.
«Deve esserci sempre la massima applicazione in allenamento come in partita – analizza Ruotolo -. La prestazione di Nocera deve farci sbloccare nella testa e farci capire che con giocate velocità siamo molto pericolosi contro tutti. Il pubblico dovrà essere trascinato da noi allo stadio attraverso i risultati e le prestazioni in campo».
Anche se aperto da soli tre giorni il mercato è nel vivo dal lunedì successivo all’ultimo match di andata, ma il mister chiarisce il rapporto con la squadra e punta dritto all’obiettivo Monza.
«Per sono tutti sullo stesso piano. Ho 22 uomini che si giocano un posto e che devono capire una nuova concettualità di squadra – conclude l’allenatore -. Tutti avranno le loro opportunità e torneranno utili alla squadra».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!