La Libertas chiude bene il 2011

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Libertas continua il suo cammino in serie D

Sorrento – La Libertas di Adriano Morelli continua la sua esperienza in serie D: le ultime sconfitte contro Abatese e Pallavolo Amatori in questa stagione  non cancellano quanto di buono fatto nella prima parte della stagione dalla squadra che aveva inanellato anche una serie di tre vittorie consecutive contro la Elpral, Pastena e Vesuvio Oplonti.
Nello scorso campionato la squadra,  che può vantare tra le sue fila anche l’esperienza di Federica Castellano, aveva chiuso al 9° posto con 20 punti, frutto di sei vittorie nel corso del torneo che è stato dominato dal Cus Caserta che ha terminato al primo posto con ben 66 punti. Con un po’ di esperienza la Libertas è riuscita ad evitare quella lunga serie di sconfitte che nello scorso campionato avevano caratterizzato l’avvio di stagione, prontamente riscattato con una buona seconda parte di torneo.
La classifica del 2011-2012 recita: Libertas al 9 posto con 12 punti frutto di 4 vittorie nelle prime dieci giornate e di buone prestazioni che hanno consentito alla squadra di Morelli di raccogliere buoni punti anche in partite terminate con una sconfitta. L’obiettivo è quello di migliorare la classifica e di continuare bene l’avventura in D.
Male purtroppo le ragazze dell’Under 16 che dopo il rinvio della prima partita contro la Maestro Stabiae a causa dello sciopero Circumvesuviana hanno inanellato solo sconfitte, l’ultima contro la Angioletti, che non hanno portato punti nel forziere della Libertas che spera in una rinascita positiva nell’anno che sta per arrivare e che sicuramente porterà nuova linfa anche nel settore giovanile della storica società.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!