Lubrensis terza a Fermo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Fermo – C’è quel sano rammarico di chi sa che la fortuna questa volta non ha aiutato. Al termine della prima prova di Campionato Italiano di Tiro alla fune a Fermo nella categoria dei 640 kg, è lo stato d’animo della Asd Lubrensis. La squadra della costiera si è ben comportata nel corso della manifestazione, ma ha chiuso al terzo posto.
Comunque, chi ben comincia è già a metà dell’ opera. Tutto aperto in vista del ritorno che si disputerà a Cuneo il prossimo 12 febbraio. La compagine massese è riuscita a piazzare un buon terzo posto che solo per questioni di abbinamenti non molto fortunati non si è potuto tramutare in un secondo posto. Infatti gli unici a battere i nostri atleti nella fase iniziale a girone all’italiana sono stati i pluricampioni italiani del Cobra,  vincitori poi a fine giornata. Messi in pratica alla  grande i miglioramenti dei duri allenamenti di quest’anno nelle prime quattro sfide di giornata, gli atleti della Lubrensis hanno avuto qualche difficoltà con la seconda rappresentativa dei Campioni d’Italia: in seguito a qualche incomprensione arbitrale contro quest’ultima, sono riusciti a strappare  solo un amaro pareggio.

Dopo la dura contesa contro i campioni d’Italia la squadra massese riprende sicurezza e si piazza seconda nel girone a pari merito coi favoriti Cobra.
Contro i bianco neri fermani gli intrepidi tiratori massesi si sono giocati con esito negativo la semifinale. E così dopo aver perso la gara di accesso alla finale per il gradino più alto del podio con la squadra di casa vincitrice poi a fine giornata, i ragazzi della Lubrensis hanno sfidato e battuto  nella finalina per il terzo posto i non meno forti Spinetta di Cuneo.
L’ultimo gradino del podio a detta del presidente-tiratore Sandro Gargiulo deve essere comunque visto come un punto di partenza per migliorare in futuro il risultato già ottenuto.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!