Attilio Gambardella:”I tifosi ci stiano vicino”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“Paulinho una strada impercorribile”, le parole di Attilio Gambardella

Sorrento – Si è chiuso il girone di andata in casa rossonera dopo il pareggio interno contro il Pisa che ha lasciato più di qualche dispiacere considerando le occasioni avute e le sviste arbitrali che hanno condizionato il match.
Una gara che è stata lo specchio fedele dell’intero girone di andata, una sorta di continuo vorrei, potrei, ma non posso che di certo non ha lasciato felice la dirigenza.
« Non siamo del tutto soddisfatti del girone di andata, si poteva fare qualcosa di più – commenta il vice presidente Attilio Gambardella -.  Sul campo abbiamo conquistato 28 punti che ci permetterebbero di stare in zona play-off in un girone molto equilibrato».
Il cambio di guida tecnica in corso con il passaggio di consegne da Sarri a Ruotolo. La riflessione del papà presidente Mario Gambardella che era pronto a virare su Campilongo poi un po’ a sorpresa è giunto in Costiera l’allenatore ex Livorno.
« Ruotolo è stata una scelta condivisa, ha una grande esperienza in A ed ha sempre raggiunto traguardi importanti in costiera – analizza il dirigente rossonero -. Il nuovo allenatore ha vinto i play-off con il Livorno ed è un bene perchè noi abbiamo sempre puntato ai play-off dall’inizio della stagione».
La tifoseria al termine del match contro la squadra toscana ha notato l’assenza della famiglia Gambardella e ha provato un brivido di poter rivivere gli spettri della scorsa estate.
« L’assenza di domenica è dovuta agli impegni lavorativi che sotto Natale aumentano – spiega Attilio Gambardella -. I tifosi devono stare tranquilli, essere orgogliosi della società e vicini alla squadra per riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati».
Il mercato è impellente e la mente dei supporter costieri è pronta a sognare. A Livorno si è rotto qualcosa tra Paulinho e gli ultras labronici. La chance per il ritorno a Sorrento ci sarebbe, ma resta da vedere quali saranno le linee guida della società nella campagna acquisti di gennaio.
« A giorni ci sarà il summit di mercato per capire cosa fare – conclude il vice presidente -. Nessun nome è stato fatto sino a questo momento. Il ritorno di Paulinho è una strada difficilmente percorribile però».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!