Polisportiva: prima vittoria in trasferta nella gara contro lo Stabia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Che vittoria per la Polisportiva a Castellammare!

Castellammare – La Polisportiva Sorrento sfata il tabù trasferta con una grande prestazione sul campo dello Stabia Basket. Una gara particolare per le ragazze in campo, alcune ex, e per il coach Paolo Falbo che tornava a Castellammare dopo aver allenato le avversarie fino a marzo di quest’anno. Aria di derby quindi che ha galvanizzato le protagoniste della gara, che espugnano il parquet avversario con il risultato di 55-47.
Nel primo quarto la Polisportiva scappa subito, approfittando della difesa non proprio impenetrabile delle avversarie, che, dal canto loro, fanno molto poco anche in attacco. Nel secondo quarto le sorrentine continuano ad impallinare le concorrenti arrivando, a 7.07 dalla sirena, a racimolare un vantaggio di 13 punti con il punteggio di 7-20. Arriva a questo punto la reazione dello Stabia che comincia a giocare e lascia solo sei punti alla Polisportiva, segnandone di contro 13 recuperando fino al 26-20 finale.
Non cambia la musica nel terzo parziale che vede sempre le padrone di casa rincorrere le ospiti. In evidenza per la Polisportiva la Aurigemma e la Stamegna, quest’ultima autrice di un canestro fantastico sulla sirena, che bilanciano con le loro prodezze tre triple consecutive della Di Capua, la migliore tra le atlete dello Stabia.

Coach Falbo ha allenato lo Stabia fino a Marzo

Ultimo quarto decisivo per le sorti della partita: la Polisportiva scappa all’inizio del parziale e sopravanza di 9 punti le avversarie e gestisce la gara fino alla sirena che sancisce il primo alloro in trasferta per le ragazze di Falbo, che, evidentemente soddisfatto della vittoria in un match così importante, commenta: «Abbiamo vinto con merito una partita molto importante – dice -, faccio i complimenti a tutte le ragazze per il lavoro che hanno svolto e per la crescita continua di questa squadra». Una vittoria che suona come il superamento di un’importante esame, soprattutto dal punto di vista psicologico, considerata l’astinenza della Polisportiva fuori dall’Atigliana: «Spero che questa vittoria – conclude Paolo Falbo – sia il segnale definitivo che anche la Polisportiva c’è e che possa continuare a crescere per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla società».

Stabia Basket – Polisportiva Sorrento 47-55
Parziali; 7-16; 13-10; 20-19; 7-10
Castellammare – Di Capua 9, De Rosa 1, D’Avolio 4, Carotenuto 5, Di Concilio, Negri 13, Serra, Santoro, Gallo 15. Cannavale. Coach: Ursini
Polisportiva Sorrento – Aurigemma 14, Valisena 4, Laurentaci, Lazzazzera, Stamegna 27, Oliviero 2,  Cacace 4, Falbo, Errico 4, De Lizza. Coach: Falbo

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!