Polisportiva ancora vincente nel fortino Atigliana

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Ennesima vittoria casalinga per la Polisportiva, la quinta nel Girone M del campionato di serie B femminile. Una partita ben giocata contro una squadra, la Gymnasium Caserta, zeppa di talenti e ben conosciuta dal coach Falbo.
La gara, nel primo quarto, è incerta ed equilibrata: le due squadre si rincorrono punto su punto in una partita molto fisica e nervosa. Sugli scudi Ludovica Stamegna che segna punti importanti. Il risultato parziale sottolinea il bilanciamento delle forze in campo: 15-13.  Nella seconda frazione di gioco la Polisportiva prende in mano il pallino del gioco e comincia a macinare punti e gioco riuscendo a terminare il quarto in vantaggio di 9 punti e mettendo il match sui binari giusti.
Coach Falbo registra la difesa schierando una zona molto pressante e i risultati si vedono. La Gymnasium dopo l’intervallo riesce a segnare solo 5 punti nei 10 minuti del terzo quarto, mentre la Polisportiva piazza due belle triple con Valisena e Cacace. Caserta sbaglia molto sottocanestro ma la pressione della difesa sorrentina è asfissiante.
L’ultimo parziale di gioco vede le sorrentine controllare il risultato, che viene sbloccato da Caserta solo a 6.43 dalla sirena. Le ospiti si riaffacciano in gara tornando a -12  a5 minuti dal termine ma subito Valisena con due punti in contropiede allarga il divario. Da segnalare una bella tripla per Caserta per il 49-38 ed un’altra altrettanto bella di De Lizza che chiude la partita. 52-40 il finale.
«Abbiamo giocato una gara lineare – è il commento di coach Falbo -, giocavamo contro una squadra tosta ma finalmente siamo riuscite a esprimere un ottimo basket». Tra le ospiti tante ragazze convocate nelle nazionali giovanili: «Molte atlete le conoscevo per averle allenata nella rappresentativa under 14 – continua l’allenatore -, una è appena stata convocata nella under 18, questo dà valore alla nostra vittoria. La differenza l’ha fatta l’esperienza». Ottima la fase difensiva, soprattutto negli ultimi due quarti con Caserta capace di mettere a segno solo 11 punti: «Abbiamo lavorato bene in difesa, abbiamo registrato la zona e tenerle a 40 punti è stato molto importante. Sicuramente la difesa è un nostro punto di forza, speriamo di migliorare anche in attacco per poter vincere più partite». La Polisportiva si avvicina al sesto posto in clasifica in attesa di una gara difficile a Castellammare, il prossimo sabato. «Sarà una partita difficile – conclude Falbo -, vado da ex e so che ci attende una squadra dal dente avvelenato, noi comunque ce la giocheremo per cercare di trovare la prima vittoria fuori casa».

Polisportiva – Gymnasium Caserta 52-40
Parziali: 15-13; 18-11; 13-5; 6-11
Polisportiva Sorrento – Errico 10, Stamegna 16, Valisena 15, Cacace 8, De Lizza 3, Oliviero 2, Aurigemma, Laurentaci, Lazzazzara, Falbo.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!