Volley U18M: Apd continua la corsa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Vittoria doveva essere, ma i giovani under 18 della Apd giocano al meglio solo per un set nel quale dispongono dell’Apd Victoria Marano come credono. Precisi in battuta, solidi in ricezione pungenti in attacco i bianco blu chiudono presto e facilmente per 25-8 il primo parziale che si rivelerà un’arma a doppio taglio.
Nei restanti due set la squadra della coppia Gargiulo – Cafiero si concede delle paurose pause che permettono agli avversari sempre al massimo delle loro possibilità di piazzare punti con continuità e mettere in difficoltà i padroni di casa.
Se il 25-18 del secondo parziale doveva essere un campanello d’allarme, il distacco sul 14-18 è un vero e proprio allarme rosso soprattutto nella testa dei ragazzi che fanno infuriare i loro mister, ma rimontano e chiudono 25-23.
«Ci sarà un venerdì di tuffi – commenta Cafiero a fine gara -. Perché tante cose non sono andate come dovevano. Non si può giocare con sufficienza contro avversari ampiamente alla portata».

Campionato under 18 maschile volley
Apd Carotenuto – Apd Victoria Marano 3-0
(25-8; 25-18; 25-23)
Apd Carotenuto:Astarita, Lauro, Staiano, Izzo, Gargiulo (L), Cappiello, Somma, Carotenuto, Densa, Coppola, De Sousa.
Allenatori: Cafiero – Gargiulo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!