U19 Polisportiva: 49-26 alla GSA Benevento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Dopo la vittoria casalinga della formazione di serie B contro la Family Basket, arriva un’altra vittoria per la Polisportiva, questa volta con la under 19 che batte in casa la GSA Benevento per 46-19 (parziali 17-3; 14-10; 10-9: 8-4).
La partita si rivela priva di troppe difficoltà: Benevento si presenta con pochi elementi e tutti molto giovani, con poca esperienza. Già nel primo parziale il divario è ampio e termina con il punteggio di 17-3. Nel secondo parziale la Polisporrtiva è più imprecisa in attacco mentre le avversarie non riescono a centrare il canestro quasi per nulla: in evidenza solo la numero 11 che dimostra buona tecnica. Si va all’intervallo sul punteggio di 31-13.
La Polisportiva torna in campo e continua a dettare legge: a 2.53 dalla sirena le ospiti hanno infilato solo cinque punti. De Lizza prova la tripla sulla sirena ma prende il ferro: 41-21 quando mancano solo dieci minuti alla fine. Scorrono i minuti dell’ultimo quarto senza che nessuna delle due formazioni riesca a far segnare un punto. Benevento toglie la polvere dal canestro addirittura a -2.50 dalla sirena. Laurentaci e Cacace sigillano poi la vittoria che recita 49-26 per le sorrentine.
Coach Falbo non è del tutto soddisfatto alla fine della gara: «Avevo avvertito le mie ragazze di non abbassare la guardia seppur contro una squadra rimaneggiata e demotivata, tecnicamente mediocre – commenta il coach -, e di non abbassarsi a giocare al loro ritmo ma fare una partita indipendente dall’avversaria». Sui prossimi impegni «Mi dispiace perchè ci aspettano due gare difficili – avverte Falbo – con Vomero e Fortitudo e spero che le ragazze abbiano capito che questo di oggi è un atteggiamento sbagliato». La Polisportiva non naviga comunque in cattive acque: «Il ruolino di marcia non è negativo, cinque vittorie e quattro sconfitte sono positive se pensiamo che non dovevamo neanche partecipare al campionato. E’ una soddisfazione continuare a far crescere queste ragazze».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!