Juniores: Vico e Sant’Agnello non si fanno male

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

L’allenatore della Juniores Sant’Agnello Peppe Cappiello

Poggiomarino – Finisce a reti bianche il derby juniores tra il Sant’Agnello allenato da Giuseppe Cappiello ed il Vico Equense di Tommaso Gaglione. La partita, giocata a Poggiomarino, ha risentito parecchio del terreno pesante. Entrambe le squadre sono infatti abituate ad allenarsi su terreni sintetici e la terra battuta dello stadio in cui si è svolta la gara ha penalizzato il gioco ed ha influito sul risultato finale.
Qui Sant’ Agnello – Peppe Cappiello racconta la gara dal suo punto di vista: «E’ stata una partita equilibrata – commenta -, abbiamo avuto entrambe occasioni per vincerla. Ritmi alti e tanta cattiveria agonistica, la gara era sentita dai giocatori». Il Sant’Agnello ha forse avuto qualche occasione in più per sbloccare il match: «Ci siamo resi pericolosi con Scelzo e Iaccarino – spiega Cappiello -, poi ci è stato negato un rigore, peraltro con ammonizione all’attaccante per simulazione inesistente. Anche loro hanno avuto le occasioni per segnare, non posso negarlo». Un po’ di rammarico per aver giocato, anche se il Sant’Agnello sulla  carte si trovava in casa, a 30 km dalla penisola: «Per giocare in casa siamo dovuti andare a Poggiomarino – dice ironicamente il tecnico -. I lavori del campo di Viale dei Pini stanno procedendo e spero terminino al più presto per poter giocare anche noi qualche gara casalinga».
Qui Vico Equense – E’ il turno di Gaglione, che racconta così la partita: «Partita tosta su campo molto pesante – commenta -, è venuto meno il gioco che è la nostra caratteristica principale. Abbiamo fatto un secondo tempo molto buono, con il campo più asciutto che ha permesso maggiore equilibrio e coordinazione anche se loro sono una squadra molto tosta».
Sull’andamento generale della gara: «Noi abbiamo fatto il secondo tempo mentre il Sant’Agnello ha fatto il primo – dice Gaglione -. Il pareggio per noi è un buon risultato anche perchè loro schierano giocatori della prima mentre noi mettiamo in campo i nostri ’95. Avevano un altro passo, lo 0-0 comunque rispecchia la gara».
Sulla prossima sfida al Pimonte: «In casa ce la giocheremo, con il Pimonte, il Sant’Agnello e il Massa siamo tutte lì in classifica e sono tutti scontri diretti».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Juniores: Vico e Sant’Agnello non si fanno male

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!