Una Apd convincente stende Marcianise

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello -L’insostenibile leggerezza della giovinezza permette alla Apd Carotenuto di mister Pontecorvo la conquista di tre punti, quasi insperati, contro il Marcianise.
Se tutta al sintesi dei danni che può fare la giovine età sono concentrati nel primo set, quando i padroni di casa partono lanciati e vengono sorpassati con esperienza dagli ospiti, così nei successivi tre parziali la tranche agonistica permette ai bianco blu di fare un sol boccone del Marcianise.
Nel primo set la gara fugge via sul costante equilibrio. Al tempo tecnico la banda di mister Pontecorvo è avanti per 16-14, ma viene rimontata in battito di ciglia costringendo l’allenatore a fermare tutto. Il time -out è un toccasana così i padroni di casa vanno di nuovo avanti, ma il black-out è dietro l’angolo, Marcianise rimonta e chiude 25-22.
Incredibilmente la squadra ospite si va sciogliendo come una pupazzo di neve lasciato al sole primaverile. Infatti, dopo aver preso margine nel secondo set i padroni di casa giocano in scioltezza costringono Marcianise a chiamare i due time-out,  cambiare tanto e senza costrutto, mentre i bianco blu prendono tutto il difendibile e oltre, mentre con buone percentuali a muro e in attacco, gli all blu casertani vedono la partita tornare in equilibrio sul 25-15.
Marcianise sembra non capirci più nulla anche nel corso del terzo set. La Apd si dimostra una macchina quasi perfetta, da rivedere qualche battuta, e con ritmo, muro e difesa manda in bambola l’esperta compagine avversaria.
Il mister casertano chiama time out sul 13-5, ma al tempo tecnico i padroni di casa sono avanti 16-6. Dopo aver ruotato tutto il suo roster Marcianise cede nettamente 25-12.
Gara ribaltata nel computo totale dei set con i padroni di casa in vantaggio 2-1.
La Pallavolo Marcianise si sveglia dal sonno fiabesco e torna a giocare in apertura di quarto set, ma il vantaggio è come un fuoco di paglia perché i padroni di casa non ci stanno ad andare al tie-break e punto dopo punto recuperano tutto sfoderando un grande Miccio, MVP dell’incontro, e all’intervallo tecnico sono già avanti 16-14.
I bianco blu del presidente Carotenuto non si fermano e come dei bravi muratori mattone dopo mattone erigono la propria vittoria. Cangiano e Sousa a muro sporcano di tutto, Amura e Amitrano giocano con intelligenza palloni delicati in attacco, mentre il mago Gargiulo in difesa tira fuori conigli dal cilindro in continuazione.
Così al termine della gara tuffo liberatorio sotto i propri tifosi dopo il 25-19 e la conquista dei tre punti per i padroni di casa.

Volley Campionato serie C girone B
Apd Carotenuto – Pallavolo Marcianise 3-1
(22-25; 25-15; 25-12; 25-19)
Apd Carotenuto: Miccio 15, Leone 6, Sousa 11, Cangiano 5, Amitrano 13, Amura 10, Carotenuto, Mattera, Lauro, Ruggiero, Marciano, Gargiulo (L).
Allenatore: Pontecorvo – Cafiero

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!