Mario Gargiulo: “Massa a posto così, con Marino e Stinga mercato chiuso”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Mercato chiuso a Massa, parola del dg Gargiulo

Massalubrense – Così come è iniziato, il mercato dell’As Massalubrense è già chiuso. Lo stop alle trattative è decretato dal dg Mario Gargiulo che giudica già completato il lavoro di miglioramento per la squadra allenata da Palmieri. «Con Aldo Marino penso che il nostro mercato si sia aperto e chiuso, arriverà di sicuro solo il portiere Stinga, classe ’93 e ex Sorrento – dice perentorio il dirigente -. La squadra non ha bisogno di ulteriori rinforzi». Due sono stati gli elementi che hanno influito sulla scelta dell’attaccante, volto già conosciuto al Cerulli, che dovrebbe sopperire alla mancanza di una punta centrale e quindi dare una mano alla finalizzazione della squadra massese. «Abbiamo puntato subito su Marino per due motivi sostanziali – continua Gargiulo -il primo è che si tratta di un giocatore conosciuto e gradito al “gruppo” poichè già con noi la passata stagione, il secondo è che è un giocatore forte fisicamente come pochi in categoria con ottimi numeri anche tecnici, soprattutto voglioso e determinato a fare bene in categoria». Si punterà allora sulla rosa di inizio campionato, sperando che la sfortuna non privi la formazione titolare di elementi importanti prima delle gare: «L’ allenatore si preoccupa nelle interviste e parla di carattere ed esperienza, io ritengo che gente come Vinaccia, Bagnulo, Porzio, De Stefano, sono dei giovani “vecchi”. Gli under debbono giocare per forza e ce li hanno tutti, per cui dobbiamo solo sperare che non succeda più quanto accaduto tra ottobre e novembre, quando abbiamo giocato per 4 o 5 partite senza 4 o 5 titolarissimi per volta». Fiducia ai ragazzi in campo e soprattutto agli under che Gargiulo ritiene siano in netta crescita e possano contribuire al raggiungimento di risultati positivi, anche se da questo punto di vista il mercato potrebbe riservare una inattesa sorpresa:  « Vedremo se ci sarà possibilità di muoverci ma solo per un 1994,  senza nemmeno troppo fasciarci la testa poichè stiamo assistendo ad una crescita costante di Francesco Iovino e di Antonino Cuomo, sul quale puntiamo molto». Il Massa è atteso dalla prova contro la Sporting Scafati per confermare il cambio di rotta avvenuto contro l’Eclanese, battuta per 3-2 a domicilio. La disamina di Gargiulo sul campionato e sulle condizioni della sua squadra è dettagliata «Domenica mattina partita dura ma penso alla portata. Scafati ha preso Lauro ed ha già Venditto, che è venuto a Massa con la Libertas senza preoccupare i nostri. Lauro bravissimo ma se ben controllato… Noi in avanti abbiamo tanta fantasia, Esposito e Porzio palla al piede fanno paura, dobbiamo pensare positivo e sfruttare il fattore campo». Il torneo è aperto, secondo Gargiulo, solo a partire dalla terza posizione. «Il campionato resta equilibrato tranne quelle due avanti. Vedo che la libertas prende Teta – riferisce il dg – la Palmese ha giocatori importanti, noi dobbiamo mantenere la nostra linea sempre con prudenza senza fare colpi sensazionali che potrebbero avere un effetto boomerang. Finchè ci sarò io – conclude – alla guida delle operazioni si farà attenzione ai cordoni della borsa, poi il resto.

 

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!