Sant’Agnello, Iozzino:”Abbiamo vinto, ma c’è ancora da fare tanto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Due reti per scacciare la iella per Ciro Iozzino (Foto Pollio)

Sant’Agnello – Improvvisamente tutto è diventato più chiaro. Ciro Iozzino è tornato al goal e i bianco azzurri santanellesi sono tornati al successo. Non si sa se il momento no della squadra di mister Guarracino è ormai alle spalle, ma di certo l’autostima aumenta e le prossime sfide non sembrano così difficili.
Contro il Pro Pagani un grande goal per l’attaccante costiero che aveva ancora le polveri bagnate, ma lui è contento della rete, ma resta con i piedi per terra.
«L’ho sentito che era fuori area – scherza Iozzino -. Ci ho provato ed è andata bene. Era fuori dai pali da tanto tempo e appena ho avuto la palla buona ci ho provato e mi è andata bene».
Il numero nove della squadra santanellese, comunque, era già andato vicino alla prima rete dopo cinque minuti, poi lo svantaggio e la furiosa rimonta iniziata proprio con un suo goal.
«Se non mi sbloccavo domenica non credo che sarei riuscito a farlo – commenta l’ariete ex Pompei -. Ci avevo provato nel primo tempo di testa, poi eravamo passati in svantaggio, pensavo che avessi la jella attaccata addosso, ma per fortuna spero che il vento sia cambiato».

Esultanza stile Ibra per Iozzino (foto Pollio)

Due goal proprio in concomitanza con l’apertura del mercato, ma lui ci scherza su e spera di poter contribuire alla salvezza dei santanellesi.
«Il presidente mi aveva dato l’ultima opportunità – se la ride Iozzino -. Ancora adesso non dobbiamo fare nulla, restiamo con i piedi per terra. Nelle prossime tre partite dobbiamo fare sette punti e già dalla prossima partita abbiamo l’opportunità di continuare a vincere».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!