Belviso dai guanti d’oro: “Il Vico può arrivare tra le prime due”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il portiere Belviso, protagonista contro la Neapolis

Vico Equense – Protagonista dell’ultima gara esterna del Vico Equense contro la Neapolis con il rigore parato negli ultimi minuti all’attaccante Gallo, il portiere Angelo Belviso racconta l’ultimo periodo dei vicani, reduci da tre risultati positivi di cui due importantissime vittore ed un altrettanto prezioso pareggio che hanno collocato la squadra al quarto posto, a soli due punti dalla prima in classifica Cicciano, vittima due gare fa di una esaltante vittoria in trasferta per i ragazzi di De Simone. «E’ stata una partita giocata tanto a centrocampo, con poche occasioni da ambo le parti – Belviso racconta la partita con la Neapolis -. Noi abbiamo sentito la fatica delle ultime due partite contro Cicciano e Rita Ercolano, poi loro erano una squadra tosta». La partita ha regalato in effetti poche emozioni, nel secondo tempo poi il Vico ha provato con alcune ripartenze a vincere la gara: poi, negli ultimi minuti, l’episodio che la partita la poteva cambiare, purtroppo in peggio per i ragazzi vicani. «C’è stato questo contatto tra Rapesta ed il loro attaccante – continua il numero 1 – io sono stato fortunato ad intuire dove avrebbe calciato e sono riuscito a respingere il pallone. Negli spogliatoi il mister ed i miei compagni mi hanno festeggiato perchè abbiamo ottenuto un punto importante, contro una bella squadra». La parata sul calcio di rigore non è stata però la prodezza che più è rimasta impressa negli occhi del portiere: «C’è stata un’altra occasione precedente – spiega – in cui ho compiuto un’altro intervento importante, secondo me quello è stato il salvataggio decisivo piuttosto che sul calcio di rigore». Il Neapolis in casa non ha mai perso per cui il punto conquistato dopo le fatiche precedenti può sicuramente esser considerato d’oro. Ora il Vico è atteso dal Valle Metelliana, che cerca di risalire la classifica: «Dobbiamo continuare a avere una mentalità vincente, il Vico non va a fare la comparsa. Abbiamo avuto sfortuna a Positano e con il San Vitaliano – commenta l’estremo difensore – ma abbiamo dominato le due partite, perse per gli episodi e per la sfortuna dei rigori sbagliati. Secondo me possiamo arrivare tra le prime due della classifica». La forza del Vico, che ora deve confermare quanto di buono fatto finora, è la qualità in campo: «Siamo un ottimo gruppo con ottimi giocatori – conclude Belviso -, molti provenienti da serie più importanti. Poi ci sono under di valore, cresciamo settimana dopo settimana».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!