Armellino chiama i tifosi:”Con la Tritium vinciamo insieme”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Potrebbe essere titolare, ma Armellino non si fida :”Con Sarri gioca chi merita”

Sorrento – Poteva essere la settimana del rilancio è stata quello del ritorno alla contestazione per spingere la squadra a dare di più e ottenere i risultati che la gente e la dirigenza si aspetta dall’undici di Sarri.
Marco Armellino da panchinaro della scorsa stagione si trova catapultato per meriti e anche un pizzico di fortuna a ruolo di titolarissimo dell’undici rossonero con dodici presenze non tutte dal primo minuto, ma di certo il fattore esperienza che cresce per il giovane di Seiano.
« Il mister può contare sempre su di me – commenta Armellino -. L’infortunio di Tognozzi mi ha quasi dato la certezza della titolarità anche se con Sarri gioca solo chi si allena bene. Io e Camillucci in diffida? E’ una situazione pericolosa: ma io penso sempre alla prossima partita, non a quella che verrà tra due».
Martedì la contestazione della curva per spronare tutti a dare di più, ma la squadra considerando i verdetti del campo ha perso solo due volte, forse pareggiando un po’ troppo scatenando le ire dei supporters.
« Sicuramente la contestazione di ieri non è stata una cosa positiva – spiega il centrocampista -, comunque fa parte del gioco, la tifoseria è libera di fare quello che si sente. Se per loro i risultati non sono positivi è giusto che ci contestino».

“Anche noi come i tifosi vogliamo vincere” ammette il centrocampista costiero (foto Pollio)

Risultati che dicono come il Sorrento, soprattutto in versione trasferta, è una squadra dura da battere che ha perso a Benevento più per sfortuna che per propri demeriti. Ha dimostrato dei limiti nel non essere cinica e vincere, ma provandoci almeno sino alla fine.
« Per come è andata la partita a Foggia dovevamo vincere, abbiamo giocato bene, ma non siamo riusciti a segnare – analizza Armellino -. Forse il malumore dei tifosi è dovuto anche alla mancata conquista dei tre punti. Ma li invito a guardare in generale: con i due punti della penalizzazione questa squadra sarebbe quarta e comunque anche se attualmente siamo fuori dai play-off siamo cmq lì, non è che siamo molto distanziati. Poi ovviamente anche la Ternana dovrà pur fermarsi prima o poi, non creda possa concludere la stagione con 80 punti».
Bondi ha un infortunio muscolare e con Bonomi squalificato è out per la gara contro la Tritium, ma l’obiettivo non cambia: vincere.
« Contro la Tritium dobbiamo scendere in campo decisi e determinati, attaccando per fare male – conclude il centrocampista rossonero -. Ai tifosi dico di stare accanto: abbiamo tutti lo stesso obiettivo, anche noi calciatori vogliamo la vittoria».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!