La Apd schianta Scisciano e aspetta la Don Bosco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Doveva vincere e lo fa con pieno merito la formazione femminile della Apd Carotenuto che piazza un tre a zero in meno di un’ora contro la Scisciano Volley.
Bene in tutti i fondamentali la squadra bianco azzurra riesce a dare seguito alla vittoria della settimana scorsa e ad allontanarsi dalla zona paludosa della bassa classifica.
«Bisognava vincer e le ragazze non si sono fatte pregare riuscendoci in pieno – commenta Celentano -. Ora bisogna continuare su questa strada».
Per una volta convinte e concentrate senza pecche le santanellesi raggiungono quota nove punti si ergono in quinta piazza e preparano la sfida interna di sabato contro la Don Bosco.
«Siamo state brave e sono felice per questo, ma guai ad abbassare la guardia – conclude il mister -. Con la Don Bosco mi aspetto che la mia squadra continui su questa strada anche perché bisognerà fare punti in vista del delicato match contro la vice capolista Procida fra due settimane».

Prima Divisione volley femminile gruppo A
APD Carotenuto – New Volley Scisciano 3-0
(25-19; 25-22; 25-17)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!