Sorrento, Sarri:”A Foggia con la mentalità di sempre”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Una settimana simile alle altre, ma diversa perché giunge al termine di un periodo particolare. Il Sorrento è uscito indenne dal Liberati di Terni, ha fatto pace con i propri tifosi e si prepara al match dello Zaccheria con il Foggia.
« Mi fa piacere che si sia ritornati alla normalità per quanto riguarda il rapporto con i tifosi: per una piazza come questa gli applausi a fine partita sono da tenere in alta considerazione – commenta Sarri -. A Terni domenica la linea difensiva è stata perfetta: nel primo tempo non siamo stati mai in affanno. Poi ci siamo abbassati, concedendo qualche occasione in area. In quel momento la testa era a strappare il pareggio».
Il tecnico ha sofferto moltissimo in tribuna perché non ha potuto dare il giusto appoggio ai suoi ragazzi.
« Ho vissuto male la partita in tribuna perché mi sentivo lontano dalla squadra – spiega il trainer rossonero -. E’ una situazione di disagio enorme. Mi è piaciuto il carattere della squadra, i ragazzi hanno saputo sacrificarsi».

“Il primo a credere in Carlini sono io” in sintesi mister Maurizio Sarri (foto Pollio)

Si va in trasferta ancora una volta con la consapevolezza di saper rendere la vita dura a tutti, quindi bisognerà interpretare la gara al meglio come si è sempre fatto cercando di evidenziare le lacune degli avversari.
« Andiamo a Foggia con la mentalità di sempre, con la prospettiva di tirar fuori il meglio che il campo ci propone. Come fatto a Terni, quando nel primo tempo li abbiamo messi in difficoltà – sintetizza l’allenatore costiero -. Siamo pronti sia a comandare la partita, cercando di capitalizzare le occasioni, sia a stringere i denti per portare a casa il risultato. Dobbiamo migliorare nelle ripartenze, nel secondo tempo a Terni non siamo stati fluidi nell’uscita a causa di errori di misura nei passaggi».
Gli attaccanti in Umbria di certo non sono stati fortunati: traversa per Ginestra, occasionissima per Scappini, ma il trainer ha fiducia nei propri ragazzi anche perché hanno sempre dato il massimo.
« La vita degli attaccanti è fatta di episodi: a volte ad occhi chiusi la buttano dentro, altre si complicano la vita e sbagliano – commenta mister 33 schemi -. Per me l’importante è che la squadra li metta nelle condizioni di segnare».
La formazione è ancora da definire. Romeo non è al top, in mediana complice l’infortunio di Tognozzi le scelte sono forzate, mentre in attacco è tutto un rebus. L’unico sicuro del posto è Ginestra che sembra diretto al ruolo di prima punta.
« Romeo è in via di guarigione, Basso a Terni ha fatto una partita viva, ha tenuto bene fisicamente anche nel finale – analizza Sarri -. Croce sta meglio. Bondi ha avuto una leggera flessione di rendimento. Galabinov ha un leggero problema al ginocchio. Peccato per Tognozzi: era in crescita sia dal punto di vista fisico che mentale».
Max Carlini è uno dei beniamini dei tifosi e per domenica potrebbe essere il grimaldello con cui scardinare il reparto difensivo dei satanelli.
« I tifosi hanno fiducia in Carlini? Io ho più fiducia di loro, ma devo fare scelte – conclude il tecnico -. Il Foggia è una squadra di grande intensità, combattiva. Fa dell’agonismo e del ritmo le sue armi principali. Sono giovani ma comunque con buona esperienza. Se vogliamo fare risultato dobbiamo fare una partita di grande livello, soprattutto sotto il profilo fisico e caratteriale».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!