Sorrento, adda passà…Novembre

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

‘Adda passà… Novembre’. Maurizio Sarri se lo starà ripetendo come un mantra. Perché la maledizione del mese novembrino lo sta accompagnando anche nella sua esperienza sulla panchina del Sorrento. I numeri, infatti, confermano che a novembre le squadre allenate dal tecnico toscano rallentano la propria corsa. Proprio come sta succedendo ai costieri.

IN NETTO CALO. Le statistiche parlano chiaro: nei mesi di settembre, ottobre e dicembre le squadre condotte dal tecnico costiero raccolgono, in media, rispettivamente 1,50, 1,86 e 2,1 punti. Il rendimento crolla vertiginosamente solo a novembre, dove nelle 16 partite finora disputate, Sarri ha raccolto mediamente 1,31 punti. Un trend negativo che non ha risparmiato l’allenatore di Pian di Sciò nemmeno nella sua finora unica promozione conquistata tra i professionisti, con la Sangiovannese nel 2003/2004: 1,25 la media punti a novembre, contro i due punti a partita conquistati il mese successivo. Degna di nota è la stagione 2006/2007: con l’Arezzo, Sarri perde tutte e quattro le sfide in programma nel mese novembrino, salvo poi rialzarsi a dicembre, con due vittorie ed un pareggio (1,75 di media). Stessa sorte anche lo scorso anno con l’Alessandria: a novembre la media è di 1,5, mentre a dicembre schizza a 2,3, grazie alle vittoria su Bassano e Spezia ed il pari con l’Alessandria.

FOGGIA ULTIMO SCOGLIO. Il fantasma del novembre nero ha colpito anche il Sorrento che, con una gara ancora da disputare (contro il Foggia allo Zaccheria) in questo mese ha raccolto solamente due pari, con una media punti (0,6) che cozza contro quelle di settembre (1,5) e a ottobre (2,5).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!