Il Sorrento dà battaglia alla Ternana

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

foto Pollio

Terni – Non muta niente in classifica né vinti né vincitori al Liberati. Zero a zero, ma tante emozioni per il Sorrento che si veste da provinciale in un momento difficile della stagione e tiene botta solo nel primo tempo al cospetto di una capolista mai doma.

Si affida all’esperienza di Tognozzi Sarri che manda in panchina Armellino con Basso preferito a Bondi sull’out di destra.
Pericolo in avvio per i costieri con Sinigalia che calcia a botta sicura, ma Pisacane involontariamente si trova sulla traiettoria e respinge, poi Rossi mette in angolo la conclusione di Nolé.
La risposta dei rossoneri è affidata a Scappini che è anticipato da Ambrosi in uscita, poi Ginestra è steso al limite dell’area e sul calcio piazzato si materializza lo spettro dei legni con la traversa che dice no alla conclusione del cobra.
Il momento dice Sorrento che si fa vedere in ripartenza. Scappini innesca Basso e riceve il passaggio di ritorno in profondità, ma a tu per tu con Ambrosi non riesce a superarlo.
Una fiammata improvvisa riaccende il Liberati. Nolé dai venti metri prova a metterla all’incrocio, ma Rossi devia in corner.
Provano a mordere le fere che prendono fiducia e sfiorano il vantaggio con Miglietta che dal limite chiama ancora all’intervento il numero uno costiero.
A un primo tempo equilibrato fa da controaltare una brutta ripresa per gli ospiti.
Tognozzi subisce un colpo al gomito nei 45 minuti di avvio e all’intervallo resta negli spogliatoi con Armellino che lo sostituisce.
Parte meglio la formazione umbra che bracca il Sorrento in avvio, ma si perde ai sedici metri dei costieri.  La fase di costruzione della squadra rossonera pecca di incisività e spesso è lo stesso portiere Rossi che prova a innescare il reparto avanzato composto da Ginestra e Scappini.
La Ternana andrebbe anche in vantaggio al minuto dodici, ma Litteri, sulla punizione calciata da Nolé è in fuorigioco.
Si affida alle ripartenze la squadra di Sarri che però inizia a giocare col fuoco quando la Ternana è in possesso palla ai venti metri con la linea che pizzica in fuori gioco Carcuro per il secondo episodio che fa esplodere di rabbia i tifosi rosso verdi.
Meglio la Ternana che si lascia preferire per linearità di gioco e iniziativa, il Sorrento si limita al compitino e rischia al ventiquattresimo con Litteri che non arriva all’appuntamento con la sfera offertagli da Fazio.
Brividi in area costira al minuto 32. Carcuro va via sulla destra, ma sbaglia l’appoggio e la difesa riesce a liberare. Rischia un penalty e di andare sotto nel momento di maggiore pressione degli umbri, ma Rossi ci mette ancora una volta una pezza.
Il Sorrento stringe i denti, serra le fila, ma ha il limite di non riuscire a pungere e far perdere certezze alla squadra di Toscano che è sempre vispa e presente.
Esce dal guscio in chiusura di frazione la compagine rossonera che prova con Basso sugli sviluppi di un calcio piazzato a far suo il bottino del match.
Alla fine un punto che permette al Sorrento di riabbracciare l’affetto dei propri tifosi dopo lo striscione di avvio settimana chiudere la finestra degli spifferi e preparare al meglio la delicata trasferta di Foggia.

Ternana – Sorrento 0-0
Ternana (3-4-3): Ambrosi 6, Fazio 6, Pisacane 6 (47’st Stendanrdo sv), Ferraro 6, Bernardi 6.5, Carcuro 6, Miglietta 6.5, Gotti 6, Nolé 6.5, Litteri 5, Sinigaglia  5.5 (21’st Dianda 5). A disposizione: Virgili, De Giosa, Cejas, Camillini, Lacheheb.
Allenatore: Toscano 6.5
Sorrento (4-2-3-1): Rossi 7, Vanin 6, Terra 6, Di Nunzio 6.5, Bonomi 6, Camillucci 6, Tognozzi 6 (1’st Armellino 6), Basso 5.5, Ginestra 5.5, Croce 5.5 (26’st Bondi 5.5), Scappini 5.5 (35’st Galabinov ). A disposizione: Chiodini, Nocentini, Sabato, Carlini.
Allenatore: Sarri (squalificato in panchina Calzona) 6.5
Arbitro: sig. Peretti di Verona
Note: Spettatori 6500 circa. Ammoniti: Bonomi, Miglietta, Tognozzi, Ferraro, Ginestra, Dianda, Bernardi. Angoli 9-3 per la Ternana. Rec.: 1’pt, 3’st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!