Il Massa è un fuoco di paglia, la Palmese lo spegne

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Una rete di Esposito non porta punti al Massa sconfitto dalla Palmese

Massa Lubrense – Mezz’ora iniziale di fuoco, poi nulla più. Il Massa Lubrense di Palmieri si spegne al cospetto della coriacea Palmese, che espugna con merito il ‘Marcellino Cerulli’ di Schiazzano. Partono bene i padroni di casa: il 4-3-3 disegnato dal tecnico nerazzurro esalta le qualità tecniche di Porzio ed Esposito che con la loro mobilità mettono perennemente in difficoltà la statica difesa palmese. Non passa neanche un minuto, infatti, che Porzio, servito da un lancio millimetrico di Cappiello, fugge sulla linea del fuorigioco e conclude di sinistro, col pallone che accarezza il palo lungo e si spegne sul fondo. L’avvio a spron battuto galvanizza i massesi, bravi nel fraseggio in mediana e attenti in fase difensiva. Davanti, poi, il duo Porzio-Esposito, con Iovino largo a destra mantiene sempre in apprensione il pacchetto arretrato ospite che annaspa, come al 24’ quando un cross di Prestigiovanni pesca sul secondo palo Esposito il cui colpo di testa è miracolosamente parato da Carezza che, però, non trattiene servendo il tap-in vincente su un piatto d’argento al talentuoso attaccante sorrentino. L’1-0 dà morale al Massa che un giro di lancette più tardi sfiora il gol del raddoppio: show di Porzio sull’out sinistro, pallone dietro per l’accorrente Iovino che calcia sulla traversa un rigore in movimento. Errore grossolano e decisivo per l’andamento del match. Perché la Palmese, evitato per un soffio il colpo del k.o., si riassesta e comincia a macinare gioco anche grazie all’ingresso in campo del peperino Manco. Spinti dal guizzante esterno napoletano, gli uomini di mister Monaco avanzano il baricentro e trovano il pareggio proprio allo scadere della prima frazione con un sinistro di Palmieri che, lasciato colpevolmente solo dai due centrali massesi, ha tutto il tempo di stoppare il pallone su un lancio dalle retrovie, prendere la mira e battere Fiorentino con un diagonale mancino. Il tentativo di harakiri è appena cominciato e si protrae nella ripresa quando il Massa dimentica testa e gambe nello spogliatoio, consentendo alla Palmese di comandare il gioco e trovare il gol del vantaggio al 20’ sugli sviluppi di una palla persa da Cappiello che Montoro indirizza in rete con un destro ad incrociare. Il gol del 2-1 manda al tappeto il Massa che rischia il tracollo sulle accelerazioni di Manco, che a cavallo tra il 35’ ed il 36’ chiama prima Zapparella al salvataggio e poi Fiorentino all’intervento in angolo. L’unico acuto dei padroni di casa è un calcio di punizione dal limite di Cappiello, che il giovanissimo portiere ospite ribatte in angolo con l’aiuto del palo. Poco, troppo poco per il Massa. Spettatore non pagante per tutto il secondo tempo e giustamente punito da una non irresistibile Palmese.

MASSA LUBRENSE – PALMESE 1-2
Marcatori: 24’ Esposito (M), 45’ s.t. Palmieri (P), 20’ Montoro (P)
MASSA LUBRENSE (4-3-3): Fiorentino; Zapparella, Bagnulo, Autiero, De Stefano; Prestigiovanni (dal 1’ s.t. Aiello), Cardinale (dal 32’ s.t. Marcia), Cappiello; Iovino, Porzio, Esposito (dal 22’ s.t. Schettino). A disp: Alfano, Siniscalchi, Festa, Volpe. All: Palmieri.
PALMESE (3-5-2): Carezza; Scognamiglio (dal 27’ p.t. Manco), Iorio (dal 44’ s.t. Visone), Angieri; Giordano, Logoluso (dal 40’ Maffettone), La Marca, Di Luccio, Architravo; Montoro, Palmieri. A disp: Leone, Formisano, Di Lauro, Arianna. All: Monaco.
Arbitro: Santorelli di Salerno (Marrone/Vietri)
Note: ammoniti: Prestigiovanni (M), Zapparella (M), Montoro (P) calci d’angolo: 5-6 recuperi: 2’ primo tempo, 4’ secondo tempo presenti circa 100 spettatori.

Michele Gargiulo

® Riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!