Giornata no per la Berretti: l’Aprilia vince 0-1

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – La Berretti non è riuscita a vendicare la controversa partita di Fondi, pareggiata ma di fatto vinta per un gol su punizione di De Giambattista annullato inspiegabilmente dalla guardalinee. Out Catello Vollono, Terminiello e proprio De Giambattista, squalificato mister Bevilacqua sostituito da Celotto che si accomoda in panchina per dirigere la formazione rossonera rimaneggiata ma vogliosa di risultato.
Primo tempo caratterizzato da un vero e proprio monologo rossonero guidato da Mascolo e Piacentile che non riescono a bucare la difesa e la porta degli ospiti: provano tutti a segnare l’uno a zero ma la prima frazione termina a reti bianche.
Ripresa amara per i giovani sorrentini che non riescono ad evitare l’ennesimo errore difensivo di un campionato strano, in cui si raccoglie meno di quanto dovrebbe una squadra di alto livello tecnico tattico come la Berretti rossonera. Su azione d’angolo mancato disimpegno della difesa e Thaqui di testa insacca facile alle spalle di Lombardo.
0-1 che taglia un po’ le gambe al Sorrento che comunque prova fino alla fine a segnare almeno il gol del pareggio. L’ultima azione degna di nota è una serpentina di Pietrovito che dopo essere stato atterrato in area si vede negare un rigore che ci poteva stare. Finisce così con il rammarico rossonero e con la sagoma del Frosinone primo in classifica che si staglia all’orizzonte. Sabato è già, in casa, partita decisiva.

Campionato Nazionale Dante Berretti
Sorrento – Aprilia 0-1
Marcatori: Thaqui (A) 10′ s.t.
Sorrento: Lombardo, Romano, Breglia, Vigorito, Siniscalchi (25′ s.t. Di Franco), Iaccarino, Natale (4′ s.t. Raffone), Costabile (38′ s.t. Rubicondo), Mascolo, Pietrovito, Piacentile. A disposizione: Navarro, Siano, Cretella, Romano. Allenatore: Nicola Celotto
Aprilia: Rizzardi, Iacobacci, Aspese (31′ s.t. Stecca), Schiumarini, Lorello, Mantineo, Longo, Lorenzini, Mele (11′ s.t. Ticconi), Esposito (1′ s.t. Thaqui), Vona. A disposizione: De Giuli, Prudenzano, Quartaroli, Agolini. Allenatore: Francesco Vallone
Ammoniti: Raffone, Rubicondo e Vigorito (S); Lorenzini (A).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!