Real Massa bloccato dall’Alfaterna

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Sembra quasi paradossale, ma il Real Massa in campionato non riesce a sbloccarsi e per la seconda volta in stagione pareggia tra le mura amiche. A portar via dal Cerulli un piccolo bottino è la Antica Alfaterna che, come spesso succede ai rosso neri, si vede rimontata avendo fatto tutto con il minimo sforzo.
La gara sembra bloccata. I padroni di casa provano a ottenere tre punti, ma i salernitani si difendono con ordine e in attacco non si fanno vivi dalle parti di Landolfi.
Dopo le nove  reti contro la Boschese in Coppa, chi si aspettava  ancora qualche partita pirotecnica resta deluso. I problemi per il Real Massa sono più quelli di passare in vantaggio, mai cosa possibile nel campionato sino a questo momento, che recuperare.
La squadra di Giuseppe Cacace riesce sempre a trovare la soluzione che rimetta tutto in equilibrio, almeno in casa, ma pecca di precisione negli ultimi sedici metri.
Se Marcello Cacace e Nino De Gregorio fossero stati più precisi di certo oggi i rossoneri starebbero festeggiando il primo successo del campionato, ma il busto della settimana deve essere eretto in onore di Catafalco che ha rimesso in piedi le sorti dell’incontro.
Urge un’inversione di tendenza principalmente nel girone, perché ora non bisognerebbe più pensare alla Coppa con la rosa che ci ritrova e puntare decisi alla quota salvezza di 33 punti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!