San Giovanni Battista: vittoria di misura contro la Juventus Boscoreale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il direttore di gara Manfelli di Napoli e i due capitani Esposito e Cirillo

Massaquano – Il San Giovanni Battista, supera di misura con un gol di Alfredo Piccolo, la Juventus Boscoreale, allontanandosi dalla zona calda della classifica.
La squadra di Francesco Nardo, assume fin dall’inizio il controllo delle operazioni, ma tuttavia non riesce ad impensierire particolarmente la retroguardia juventina.  Il taccuino rimane di fatto immacolato, fino al 40 quando la Juve Boscoreale in un rapido contropiede si presenta con Pescina e Staibano davanti a D’Urso: i locali si salvano  con l’intervento di  SuperNik; la rientrante difesa completa l’opera innescando un capovolgimento di fronte, e questa volta è Rosario Abbruzzese a sfiorare la segnatura: il suo pallonetto sembra indirizzato in fondo al sacco, ma Belcuore con un colpo di reni in uscita riesce a sfiorare la sfera, quel tanto che basta per deviare la traettoria in angolo. Nei primi venti minuti della ripresa i rossoblu schiacciano la squadra boschese: in evidenza Alfredo Piccolo, che al 70, approfitta di un ottimo lancio di Caccioppoli per ribadire in rete con un millimetrico lob che scavalca l’estremo azzurro. La Juve Boscoreale, si rovescia subito in attacco, e immediatamente  giunge vicinissima alla segnatura con De Martino, ma Peppe Parlato respinge sulla linea di porta. Gli azzurri di Simonetti tentano il tutto per tutto, rendendosi più volte pericolosi, ma esponendosi ai contropiede dei locali. Nonostante diverse occasioni, sia da una parte che dall’altra, lo score rimane invariato  fino alla fine dei tre minuti di recupero accordati dall’arbitro Manfelli, autore di un’ottima prestazione.

SAN GIOVANNI BATTISTA – JUVENTUS BOSCOREALE    1 – 0

San Giovanni Battista:D’Urso, Guida, Del Gaudio, Di Palma, Starace, De Rosa (65 Cioffi), Caccioppoli, Esposito (35 Abbruzzese), Piccolo, Parlato (80 Coppola) –  a disp:  Guida L., Gargiulo, Iaccarino
allenatore Nardo
Juventus Boscoreale: Belcuore, Esposito, Guida (85 Immobile), Pisacane, Matrone, Vaiano, De Rosa (55 Longobardi), Cirillo (75 Iseo), Pescina, Di Martino, Staibano – a disp: Caione, Venditto, Balzano
allenatore Simonetti

Arbitro : Manfelli di Napoli
Ammoniti:
De Rosa, Guida G, Abbruzzese, Cioffi (SGB), Esposito, Di Martino, Pescina, Cirillo, Vaiano, Guida (JB)
Espulsi:  Esposito (JB)
Reti:  70 Piccolo (SGB)

© riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!