Sorrento, Sarri:”Il Lume punta alla B”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

"Il Lumezzane una squadra tosta", parola di Maurizio Sarri (foto Penna)

Sorrento – Maurizio Sarri tecnico dei costieri presenta il match contro il Lumezzane di domenica prossima e fa il punto sullo stato di forma dei suoi.

Infortunati – L’unico indisponibile è Romeo, che oggi si sottoporrà ad esami strutturali per scongiurare eventuali nuovi problemi alla caviglia infortunata. Tognozzi ieri non si è allenato perché si è sottoposto a delle cure che deve effettuare ogni 10 giorni.

Post Viareggio – Il gol in pieno recupero del Viareggio ci ha tolto un po’ di entusiasmo, ma non ci ha scalfito più di tanto perché è un evento che può capitare. Avremmo fatto la quarta vittoria consecutiva e saremmo usciti da un’altra trasferta con i tre punti. Avremmo dovuto fare in modo che l’episodio fosse ininfluente, chiudendo la partita. A Viareggio ci sono mancati due aspetti: dopo il gol del pareggio siamo andati in confusione, abbiamo pensato che il Viareggio non avesse potuto più reagire, e dopo il secondo vantaggio, dove avremmo dovuto cercare il colpo del k.o. Ma c’è da dire che domenica ci abbiamo provato: il gol è mancato materialmente, ma mentalmente l’abbiamo cercato non come a Ferrara dove avevamo smesso di giocare.

Fase difensiva – Nelle ultime due partite nel momento in cui ci siamo abbassati ed abbiamo spesso di giocare abbiamo concesso qualcosa in più delle altre volte. Le prossime partite ci diranno se è stata solo una casualità o se è un problema nostro che quando siamo più bassi del solito andiamo in difficoltà. Sulla corsia di destra nelle partite precedenti non abbiamo avuto problemi, domenica siamo andati in difficoltà con un avversario di buona rapidità, ma in questo momento va presa come una situazione contingente: Vanin veniva da partite di buon livello, soprattutto in fase difensiva, grazie anche all’aiuto di Bondi che ultimamente sta facendo una discreta fase offensiva. A Viareggio probabilmente è venuto meno qualcosa a livello di squadra.

Coppa Italia Lega Pro– A Pagani ho fatto giocare 6-7 calciatori che avevano bisogno di minutaggio perché non in grandissima

“Procediamo ad obiettivi”, in sintesi il campionato del Sorrento visto dal proprio tecnico

condizione. Quando ne giocano 1-2 la squadra può assorbirli, quando ce ne sono 7-8 è normale che si vada in difficoltà. E’ stata una scelta: era giusto fargli mettere minuti nelle gambe e far riposare chi aveva giocato domenica. Le responsabilità della sconfitta di mercoledì non solo della squadra, sono mie e della società: abbiamo deciso insieme di fare questo tipo di scelte. Ho visto tanti giocatori che, avendo bisogno di minuti, non sono in condizione. Ma i segnali positivi più di tutti li ha lanciati Basso: è sembrato più brillante e più pronto. Tognozzi, invece, ha delle difficoltà ad adeguarsi al sintetico, situazione che è capitata anche ad altri giocatori in passato. Probabilmente quando si sentirà maggiormente a suo agio cambierà anche l’assetto mentale.

L’avversario – Il Lumezzane in questa campagna acquisti ha preso Diana, che ha 250 partite in serie A, Malagò, con alle spalle 5-6 anni col Chievo in serie A, ha preso Gioia, in serie A con la Reggiana, Antonelli, un giocatore che ha sempre disputato bene la B. A centrocampo hanno ragazzi giovani, di cui 2 sono già in trattativa per andare in serie A, davanti hanno Gasparetto che fino a 10 mesi fa giocava in A. Non hanno obiettivo di salvezza, puntano al salto di categoria. Una squadra che fa 18 punti in 8 partite e che subisce solamente due gol vuol dire che è ben attrezzata: sarà difficile batterli. Sono partiti malissimo, poi si sono assestati grazie anche al rientro al top della condizione fisica dei calciatori arrivati a fine agosto; in trasferta sono pericolosissimi perché vengono da 3 vittorie consecutive. E’ una partita difficile, noi abbiamo autostima ma non è giusto pensare che possa essere facile affrontare una squadra che ha questi numeri. Dobbiamo entrare in campo col presupposto di affrontare una squadra forte quanto noi, che nelle ultime giornate ha fatto un punto più di uno e che se non avesse avuto l’inizio disastroso adesso sarebbe molto più in alto.

Situazione ali – Croce ha avuto problemi nell’ultima partita casalinga per il fastidio ai muscoli cervicali accusato nel riscaldamento, per il resto non ha avuto grandi difficoltà e sono convinto che abbia le caratteristiche per fare bene sul nostro terreno di gioco. Croce è un giocatore di grande quantità, che massacra l’avversario. Punta tanto il terzino ed alla fine ha il sopravvento come successo nel secondo tempo a Viareggio.  Per caratteristiche Basso è molto più simile a Croce che a Bondi: è un giocatore di buona tecnica, guizzante, rapido. Basso si sta proponendo con caratteristiche simili, forse è meno bravo nell’uno contro uno ma punta più la porta, come fatto vedere con i 2-3 tagli in direzione porta fatti domenica scorsa: in uno di questi si era guadagnato anche un’espulsione, ma l’arbitro non l’ha fischiata. Non mi voglio lamentare, ma le immagini televisive dicono che il rigore del Viareggio non c’era: la palla è sbattuta in faccia a Camillucci e poi sulla mano di un loro giocatore. Può darsi anche che l’arbitro abbia sorvolato sul fallo in area di Vanin ad inizio secondo tempo, ma c’era un altro fallo su Scappini atterrato in area sul secondo palo: tutte situazioni al limite, si può sbagliare, infatti non ci siamo lamentati. Ma resta il fatto che qualche episodio contro l’abbiamo avuto. Ritornando a Basso, negli ultimi 10 giorni lo sto prendendo sempre più in considerazione, anche se ci sono state delle situazioni limite in cui per motivi contingenti ho scelto Carlini esterno per spezzoni di partita, come domenica quando cercavamo la vittoria salvo poi assestarci dopo aver trovato il gol perché c’era da raddoppiare sui nostri terzini. C’è da dire, però, che sono estremamente contento del lavoro di Croce e Bondi. che hanno avuto giornate no solamente con il Carpi il primo, ed il secondo a Viareggio, ma questo rientra nella normalità del picco di alti e bassi che i giocatori hanno durante la stagione. Ovviamente se Basso continuerà a proporsi a questi livelli prima o poi toccherà anche a lui. L’opportunità di schierare i due esterni sulla fasce opposto al piede naturale o viceversa dipende da come si sviluppa la partita. Per caratteristiche ed esigenze preferiscono giocare a piedi invertiti, poi durante il match se vediamo vulnerabilità nelle palle messe dentro o difficoltà difensiva di uno dei due terzini cambieremo strategia, come fatto spesso nei precedenti incontri a partita in corso. I nostri esterni nell’uno contro uno hanno la possibilità di mettere in difficoltà chiunque, ma ripeto: vediamo come si mette la partita. Ovviamente se ci fossero in campo contemporaneamente Galabinov e Scappini cambierei soluzione, ma quando c’è Ginestra in campo, che ha grandi qualità, preferisco che gli esterni rientrino a scambiare con lui e poi vadano in area.

Questione di mentalità – La nostra mentalità ci impone di andare in ogni campo, imporre il nostro gioco e cercare di vincere la partita. Chiaramente a volte succede e a volte no. Ecco perché la doppia trasferta a Terni e Foggia non mi preoccupa in proiezione futura, perché noi in casa o fuori siamo uguali, giochiamo sempre allo stesso modo. Questo periodo rappresenta una sfida per misuarsi, nelle prossime 3-4 partita, con avversari di buona classifica, come bisogna considerare il Lumezzane.

Andiamo avanti per obiettivi – Ad inizio anno avevamo l’obiettivo di fare bene nelle prime 10 partite, trovandoci in una buona posizione di classifica e di riuscire a diventare squadra in tempi abbastanza brevi. Quest’obiettivo l’abbiamo raggiunto, adesso pensiamo da qui alla fine del girone d’andata, cercando di avere condizioni di classifica che ci consentano di puntare in alto. Solo allora potremmo veramente stabilire quali sono i nostri obiettivi. A Gennaio vorrei rimanere con la rosa che ho attualmente, il mercato invernale non aiuta le squadre, ma crea problemi. Ovviamente c’è da fare i conti con le esigenze di qualche giocatore che non è contento del suo impiego

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!