Sant’Agnello, Guarracino:”Serve una grande partita”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Lavorare duro e tanto sono le parole d’ordine del tecnico Antonio Guarracino che guarda oltre il momento no del Sant’Agnello. I costieri sono vittima di una maledetta sindrome da goal, dove le prestazioni non corrispondono ai punti che in classifica i bianco blu sono riusciti a ottenere.
La partita non giocata contro la Virtus Casollese potrebbe essere il punto di svolta della stagione dei santanellesi anche se il trainer non crede alla fortuna.
«Potrebbe essere, ma alla lunga non ci credo – se la ride Guarracino -. Speriamo che possa essere la svolta, ma il lavoro è la medicina giusta per invertire la rotta, ma tutto può succedere».
Alle voci che vedono i bianco blu in piena difficoltà, il tecnico risponde con i fatti. Terza difesa del campionato, ma pochi punti e tutte le squadre che hanno affrontato i costieri hanno sudato le proverbiali sette camicie.

Chiama i suoi alla prestazione della vita mister Guarracino

«Abbiamo sempre reso la vita dura a tutti senza se e ma – analizza l’allenatore -. Siamo solo stati puniti dagli episodi e speriamo presto di rifarci. Mi fido dei miei ragazzi. Si impegnano sempre al massimo e sono coscienti che si deve sempre fare qualcosa in più per tornare al successo».
Il Sant’Agnello dopo un periodo di crescita graduale dei giovani ritrova Pasquale Schettino a centrocampo. La mente della squadra costiera si è aggregato al gruppo a pieno regime da oltre un mese e le sue prestazioni migliorano gara dopo gara, una freccia in più nell’arco di Guarracino.
«Pasquale è un uomo vero – commenta il mister -. Si sta rimettendo in forma è un centrocampista che può dare tanto alla nostra causa, sia sotto il profilo del gioco, sia per come calcia le palle inattive con parabole sempre molto pericolose».
Prossimo avversario la Marilius Vesuvio che il tecnico conosce e ha studiato. Una squadra con pochi punti deboli, giocatori e rosa importante che di certo non attraversa un momento felice, ma insegue la Rita Ercolano e il Cicciano a pochi punti di distanza.
«Sono una compagine attrezzata che ha giocatori e una rosa importante – conclude Guarracino -. Giocatori dl calibro di Sgambati, Listo e Marrone sono un lusso per la categoria. Serve una grande partita».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!