Vico, Rapesta:”Dobbiamo rialzarci subito”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiama i suoi a rialzarsi il capitano Rapesta

Vico Equense – Dopo aver stupito tutti con un avvio di campionato davvero convincete, il Vico Equense di mister De Simone sta attraversando una fase di difficoltà, ma solo di risultati. Infatti, contro Positano e San Vitaliano sono giunte due sconfitte dolorose solo perché alla fine non si sono fatti punti. I bianco rossi hanno pagato a caro prezzo tre errori in due gare e non hanno mosso la classifica.
«Abbiamo giocato bene entrambe le gare – dichiara il capitano Rapesta -, ma purtroppo non siamo riusciti a ottenere punti. C’è anche un pizzico di sfortuna nelle ultime due  partite perché alla lunga il gioco espresso è stato buono».
Il reparto arretrato aveva consentito al Vico Equense di ergersi ad out-sider del campionato di Promozione alle spalle del Cicciano e del Rita Ercolano in lotta per il campionato, ma alcune disattenzioni sono costate carissime.
«E’ logico mettere sotto esame la difesa – commenta il difensore -. Gli errori commessi riguardano il mio reparto e li stiamo analizzando per cercare di non commetterli più. Un fallo di mano sciocco e due errori in fase di disimpegno ci sono costati molto».
I bianco rossi sono riusciti anche a fallire due penalty consecutivi anche se si è cambiato il tiratyore, Inserra contro il Positano,

“E’ un momento no” per il capitano dei bianco rossi

Lucarelli contro il San Vitaliano, ma il capitano non se la sente di incolpare nessuno perché  c’è tutto il tempo per recuperare.
«Lucarelli ha tirato un buon rigore, ma il portiere ha compiuto davvero un bell’intervento – spiega Rapesta -. E’ un momento che non va quindi chiunque fosse andato sul dischetto probabilmente avrebbe sbagliato. Bisogna lavorare per riprendere in fretta a fare punti».
Alla vigilia di una doppietta da brividi contro Rita Ercolano e Cicciano, con il mercato che incombe lo storico capitano chiama i suoi all’impresa.
«Sono due buone squadre, ma noi dobbiamo eliminare i nostri errori e provare a fare bottino pieno nelle due partite – conclude il difensore -. Il mercato? Non credo influenzi. La nostra testa potrebbe essere influenzata solo dai risultati negativi che dobbiamo metterci alle spalle e ripartire più forti di prima».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!