Sorrento SG, Renato Gambardella come Ligabue: “Il meglio deve ancora venire”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Renato Gambardella (foto Romano), primo da sinistra, versione Ligabue sul Settore Giovanile del Sorrento

Sorrento – Il Settore giovanile della compagine rossonera è partito come la famosa canzone dei Tullio De Piscopo: andamento lento, ma i risultati nel corso di questi primi due mesi stanno via via migliorando, così come la classifica che vede le compagini costiere essere non lontane dalla vetta.
«Siamo partiti piano, ma tutte le squadre stanno venendo fuori bene – spiega il dirigente costiero -. Siamo orgogliosi di aver Antonio Vitale, un ragazzo dei Giovanissimi Nazionali convocato nella Rappresentativa Nazionale Under 15. Speriamo di poterne vedere altri presto».
Il Sorrento dopo gli stage di inizio estate in cui ha selezionato tanti giovani interessanti è riuscito a raccogliere i primi frutti. Al di là della convocazione nella Rappresentativa under 15 Nazionale in prima squadra per la gara con la Paganese sono stati convocati altri quattro atleti.
«Un nuovo riconoscimento è la convocazione in prima squadra di Terminiello, Vigorito, il centrocampista Natale (’93) e l’attaccante Mascolo (’93) – dichiara contento Renato Gambardella -. Il lavoro svolto in estate sta pagando di certo di qui alla fine dell’anno ci faremo valere».
Analizzando il momento di tutte le squadre il responsabile del Settore Giovanile è convinto che il meglio deve ancora venire.
«I Giovanissimi Nazionali sono partiti forti, ma adesso stanno patendo un momento no. Sono troppo bravi devono avere maggiore cattiveria agonistica. Gli Allievi sono in crescita e la Berretti di mister Bevilacqua sono sempre dei diesel, ma alla lunga verranno fuori. Allievi e Giovanissimi Regionali hanno iniziato adesso ed è prematuro dare un giudizio».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!