La Polisportiva va ko al supplementare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Caserta – Una partita non giocata sui soliti livelli per le ragazze under 19 della Polisportiva Sorrento contro le pari età della Gymnasium Caserta ha visto le biancorosse soccombere al termine del primo supplementare per 72-69.
In casa Polisportiva coach Falbo ha dovuto rinunciare alla De Lizza per un problemino alla caviglia, mentre la Cacace non ha fornito il solito apporto considerato un infortunio simile a quello della compagna in settimana.
La gara contro le casertane non segna un passo indietro, ma un momento di crescita per un gruppo che si è rinnovato in questa stagione.
«L’importante è che le ragazze crescano e si divertano – commenta coach Falbo -. Queste gare servono molto di più di quelle nelle quali si vince con ampio margine. Giocare punto a punto accresce la convinzione della squadra e la reazione avuta dalle mie atlete è stata buona».
Partenza lanciata per le padrone di casa che riescono a portarsi subito avanti e gestire l’incontro. Il campo stretto favorisce la zona delle casertane che mettono tra loro e le bianco rosse cinque possessi. La Polisportiva reagisce e porta tutto al supplementare impattando alla fine del quarto quarto a quota 58.
«Una partita strana nella quale di certo non abbiamo giocato benissimo – analizza il trainer costiero -. Il livello di gioco espresso è stato simile a quello contro la Emjoy Napoli. Siamo riuscite a rientrare in gara e pareggiare alla fine del quarto parziale rimontando dieci punti, ma mi aspetto da tutte ancora un qualcosa in più».
Al di là dell’aspetto tattico le padrone di casa sono state leggermente favorite da un arbitraggio casalingo che ha permesso alle casertane di andare ai liberi e poter mettere a referto punti in situazioni particolari dell’incontro.
«Abbiamo sofferto la loro zona e il campo stretto – conclude Falbo -. Al supplementare spesso basta un episodio per cambiare l’andamento del match è così è stato».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!