Juniores: Il Massa cala il pokerissimo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Un Massa Lubrense versione schiacciasassi quello che schianta la Libertas Stabia all’Aura Sport di Torre del Greco. La squadra di Luigi Gargiulo mette subito in chiaro le cose e al termine della prima frazione si trova avanti due a zero.
Gara non bellissima anche considerate le condizioni del campo che, seppur in sintetico, era ridotto a un vero acquitrino con le compagini che si affidavano al lancio lungo per potersi superare.
I nero azzurri sfruttavano le pecche del centrale della Libertas che in poco meno di metà tempo lascia i suoi in inferiorità numerica per espulsione.
Al primo affondo i nero azzurri passano, lancio di Balduccelli per Stinga che tutto solo batte l’estremo difensore di casa. Gargiulo mischia subito le carte inserendo Cacace per Esposito. I massesi controllano il match e provano ad affondare, ma la Libertas tiene botta. Il mister costiero modifica di nuovo lo scacchiere tattico dei suoi al minuto 20, dentro Cangiano, fuori Guarracino.
La superiorità numerica degli ospiti viene premiata in chiusura di tempo quando Balduccelli finalizza una azione corale.
«Sono contento perché i ragazzi hanno giocato come avevo chiesto loro e soprattutto perché hanno preso il mio spirito combattivo – commenta l’allenatore Gargiulo -. Merito loro. Hanno subito capito che non si poteva provare a giocare e messo palla lunga per le punte. I cambi nel primo tempo? Nessuna bocciatura per i ragazzi, ma solo situazioni tattiche».
Nella ripresa partenza lanciata dei ragazzi del Dg Mario Gargiulo che, al quinto, si procurano con Stinga un rigore, realizzato da Volpe. Tre a zero e partita in cassaforte. A metà frazione il 4-0 di Stinga in contropiede potrebbe mettere una pietra tombale al match, ma un eurogoal di Vitale  porta i padroni di casa a tre reti di distanza. Tutto fatto? Assolutamente no. La Libertas trova la rete del 4-2 con un’altra conclusione sulla quale Alfano non può nulla e cresce tra i padroni di casa la convinzione di poter pareggiare.
«Dopo il quarto goal abbiamo un po’ mollato – continua il tecnico -, ma sono comunque soddisfatto di quanto fatto dai ragazzi. Merito anche a Palomba perché ha dimostrato lo spirito giusto quando è stato chiamato in causa nel corso del match. Anche se ha giocato solo venti minuti ha fatto quanto gli ho chiesto benissimo».
E’ proprio il buon Palomba che copre la fascia sulla sinistra e a cinque dal termine si propone in ripartenza sulla corsia di competenza, centra per bomber Stinga che fa tripletta e chiude la contesa.

Campionato Juniores Girone H
Libertas Stabia – As Massa Lubrense 2-5
As Massa Lubrense: Alfano, Esposito (10’pt Cacace), Iaccarino, Caiazzo, Maresca, Mastellone, Guarracino (20’pt Cangiano), Cuomo (20’st Vanacore), Stinga, Volpe (35’st Buonocore), Balduccelli (30’st Palomba). A disposizione: Spasiano.
Allenatore: Gargiulo
Marcatori Massa Lubrense: 3 Stinga, Balduccelli, Volpe

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!