Prima divisone: La Phoenix stende la Apd

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Caivano – Non riesce a tornare al sorriso la Apd Carotenuto femminile di Prima divisone che contro al Phoenix Caivano cede per 3-1. Le ospiti partono con il sestetto De Caro in palleggio con D’Esposito a chiudere la diagonale, Di Leva e Cuomo in ricezione, Iaccarino e Russo al centro con Savarese Daniela libero.
La palestra molto piccola condiziona la ricezione, perché ogni errore può essere fatale per tutte le dodici atlete in campo.
Le bianco blu reggono bene nel fondamentale per tutto l’arco del match, ma la partenza delle costiere è lenta con la continua ricerca di riportarsi in parità. Piccoli errori e un Caivano che in difesa riusciva a prendere di tutto consegnavano alle padrone di casa il primo parziale per 25-21.
Più precise e concentrate le ragazze santanellesi nel secondo set che hanno messo a nudo le difficoltà delle padroni di casa. Celentano cambia in banda dentro Antonietta Savarese, fuori Di Leva e le cose leggermente migliorano consentendo alla squadra del presidente Carotenuto porta a casa il secondo parziale.
La formazione del terzo parziale è quella di fine secondo set e il parziale inizia punto a punto fino al 5-4 per la Apd. Poi una serie di errori e attacchi sbagliati o difesi e contrattaccati in modo perfetto dalle avversarie ha permesso di portarsi avanti 12-5 al Caivano.
Nonostante il cambio di banda nuovamente tra Savarese Antonietta e Di Leva, spostando Iaccarino in palleggio le santanellesi non trovano i  frutti sperati e le padrone di casa sono di nuovo avanti. Mischiate le carte nel 4° parziale Iaccarino in palleggio con Cantalupo al centro e Savarese Ant al posto di Cuomo di banda, ma la protagonista del match diviene la difesa della Phoenix sempre ben posizionata e attenta non ci ha permesso di attaccare con frequenza.
«La differenza sostanziale tra noi e le avversarie è stata la difesa e gli errori – afferma mister Celentano -. Noi per poter fare un punto lo dovevamo guadagnare, a loro invece abbiamo fatto dei regali ».
Il trainer costiero è comunque fiducioso in vista dei prossimi impegni di campionato.
« Sabato in casa contro il VB Flyer abbiamo una sola cosa da fare: vincere per tirare su il morale conclude l’allenatore -. I valori per un buon campionato ci sono, c’è il giusto entusiasmo tra le ragazze e si è creato un gran bel gruppo ma manca ancora qualcosa per la quadratura del cerchio e questo spetta a me trovarlo, ma siamo sulla strada giusta».

Phoenix Caivano – Apd Carotenuto Sant’Agnello 3-1
(25-21; 22-25; 25-17; 25-18;)
Apd Carotenuto: De Caro (c), D’Esposito, Savarese Daniela (L), Savarese Antonietta, Di Leva, Cuomo, D’Angiolo, Guarracino, Iaccarino,Russo,Cantalupo,Palomba.
Allenatore: Celentano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!