Non basta Carlini, pareggio amaro del Sorrento a Viareggio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Viareggio – Viene rimontato per la prima volta in stagione il Sorrento contro i bianco neri di Bertolucci e non riesce a conquistare una vittoria che la dea bendata voleva spingere tra le braccia di Rossi e compagni. Il bicchiere, mai come in questo caso, deve essere visto mezzo vuoto anche perché sotto porta le occasioni per piazzare il colpo del ko gli ospiti le hanno avute, ma dilapidate in maniera clamorosa con Basso, Croce, e Carlini.
Aveva predicato prudenza Sarri in settimana, il Viareggio se non era in alto mare, dopo l’esonero di Maurizi, si trovava al largo e da solo poteva trovare la giusta ancora di salvezza. Il Sorrento ha offerto il fianco, quello destro, dove la coppia brasiliana Vanin e Bondi decide di latitare per i 97 minuti di gioco e i padroni di casa giustamente ne approfittano affondando, cercando con costanza Cristiani e nel finale Guerra.
Il Sorrento ha ancora una volta in trasferta il piglio giusto in avvio. In mediana tiene botta e trova lo spazio per innescare Scappini che elude il fuorigioco, controlla non benissimo, ma batte Ranieri in uscita.
Il vantaggio placa il sacro fuoco della vittoria nella formazione rossonera e arde più forte nei padroni di casa che salgono in cattedra con Tarantino, mentre Cristiani capisce che sotto le panchine può andar via con facilità e decide di tracciare i binari della propria fortuna.

Primo goal in stagione per Carlini che in dote porta solo un punto

Il Sorrento come a Como lascia campo agli avversari, indietreggia senza motivo, si rende conto di essere vulnerabile anche perché Bondi non partecipa con costanza alle fase difensiva, mentre in avanti anticipa il periodo natalizio e si attiva a intermittenza.
Il Viareggio prima sciupa con Lepri e Pizza, poi pareggia con Cesarini grazie a un penalty concesso da Villa per fallo di mano di Camillucci in area su azione d’angolo.
Lo schiaffo non sveglia gli uomini di Sarri che provano solo sulla sinistra a imbastire qualche sortita offensiva, ma Croce è ben controllato da Carnesalini e la lotta di Scappini e Ginestra con Monopoli e Brighenti vede i centrali versigliesi prevalere sugli attaccanti costieri.
Se Lepri fosse più preciso per quanto costruisce e dilapida alla fine del primo il Viareggio sarebbe meritatamente in vantaggio.
Si attivano subito i bianco neri nella ripresa con Cristiani che supera Vanin, entra in area e forse toccato dal numero due costiero va giù per Villa è simulazione e ammonizione per l’esterno viareggino.
Il Sorrento sembra non svegliarsi dal sonno che lo attanaglia, ma ha il merito di reggere l’urto non soccombere e iniziare a pizzicare le corde giuste delle note deboli dei padroni di casa. Scappini in area non trova lo specchio, ma il Viareggio accusa.
Con Carlini in campo al posto dello spento Bondi la svolta. Il Sorrento va in vantaggio al ventesimo. Croce va via sull’out di sinistra vede Sabato e lo serve cross all’indietro per Carlini  che la piazza sul palo lungo.
Come un pugile colpito allo stomaco il Viareggio barcolla, ma il Sorrento non doppia il colpo con Basso che solo all’interno dell’area di rigore calcia alle stelle.
Croce, più pimpante e volitivo nella ripresa, ci prova, ma trova la deviazione di Brighenti e Carlini non centra lo specchio.
La giusta punizione, per chi dilapida, il Sorrento la riceve nel recupero quando Guerra supera Vanin e centra, Terra cincischia  Pizza, inguardabile per tutta la ripresa, mette la sfera alle spalle di Rossi e fa esplodere di gioia il “dei Pini”.

VIAREGGIO – SORRENTO 2-2
Marcatori: 8’ Scappini (S), 20’ p.t. rig. Cesarini (V), 20’ Carlini (S), 47’ s.t. Pizza (V)

VIAREGGIO (4-4-2): Ranieri; Carnesalini, Monopoli, Brighenti, Licata; Cristiani, Pizza, Tarantino (dal 26’ s.t. Maltese), Lepri (dal 18’ s.t. Palibrk); Scardina (dal 40’ s.t. Guerra), Cesarini. A disp: Merlano, Conson, Sorbo, D’Onofrio. All: Bertolucci.
SORRENTO (4-2-3-1): Rossi; Vanin, Terra, Di Nunzio, Sabato; Camillucci, Armellino; Bondi (dal 14’ s.t. Carlini), Ginestra (dal 27’ s.t. Basso), Croce (dal 38’ s.t. Corsetti); Scappini. A disp: Chiodini, Nocentini, Tognozzi, Galabinov. All: Sarri.
Arbitro: Rocca di Vibo Valentia (Valeriani/Pennacchio)
Note: Spettatori 700 circa. Ammoniti: Tarantino (V), Camillucci (S), Vanin (S), Cristiani (V), Sabato (S). Calci d’angolo: 5-7. Recuperi: 2’ pt, 5’st. Osservato un minuto di raccoglimento prima della partita in memoria delle vittime dell’alluvione di Genova.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!