Libertas Under 16 bloccata dallo sciopero Circumvesuviana

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Una situazione ormai insostenibile quella della Circumvesuviana, un disagio a lunghissimo termine che dopo aver messo in ginocchio studenti e lavoratori rovina anche le trasferte delle società sportive peninsulari. La Under 16 della Libertas Sorrento era attesa ieri dalla Maestro Ict Stabiae per la prima gara del campionato: la distorta vendetta degli impiegati della Circum, che continuano a prendersela con i poveri pendolari malcapitati, ha cancellato il convoglio che avrebbe dovuto portare la società a Castellammare. Impossibile organizzarsi con le auto, partita rinviata a data da destinarsi. Il presidente Morelli racconta la piccola disavventura. «Abbiamo subito contattato la Federazione per far presente la nostra impossibilità a disputare il match – spiega -. Ci siamo sentiti anche con Enzo Esposito, presidente della Maestro, con cui ci conosciamo da tempo, che si è subito detto disponibile a decidere insieme a noi la data del recupero, non c’è stato nessun problema». La prossima gara e viste le circostanze l’esordio in campionato per la Under 16 è posticipato a giovedì 10 novembre quando la Libertas affronterà la Vesuvio Oplonti.
Per quanto riguarda la formazione di serie D, la squadra di Morelli, dopo la sconfitta con Aversa, affronterà il team di Battipaglia. «Aversa era tra le tre in testa – commenta il presidente – e hanno vinto la partita in cui nel primo set comunque non si è notata la differenza tra noi e loro. Purtroppo loro sono cresciute a differenza nostra e poi abbiamo mollato perdendo di netto il terzo set ma ribadisco che il nostro obiettivo è la salvezza». Sui prossimi avversari: «Battipaglia in classifica ha 7 punti in tre partite – conclude Morelli – questo ci fa capire che è un’ottima squadra e che sarà una partita difficile da affrontare».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!