La Polisportiva vince di rincorsa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Soffre in avvio di gara la Polisportiva che con un ritorno fulminante non lascia scampo alla EmJoy Napoli e si impone con merito al termine di una gara che vede prevalere le difese per circa due quarti e che le bianco rosse sbloccano non appena si scrollano di dosso il peso del passivo.
Il primo quarto e parte del secondo trascorre all’insegna della saga degli errori da parte delle ragazze di coach Falbo.
Non perfette sotto i tabelloni, ne dalla distanza con passaggi semplici sbagliati nella forza e nella direzione consentono alla Emjoy di chiudere con un parziale, anomalo e basso, in vantaggio il primo quarto per 5-6.
Nel secondo parziale ancora sofferenza per le bianco rosse che sembrano poter sfondare, ma si fermano sempre sul più bello e quando le bianco blu di De Martino potrebbero andare al massimo vantaggio sul +5, Falbo chiama time-out e come un guanto la squadra cambia faccia piazzando un

Solo due punti per la mente della squadra Claudia Laurentaci

parzialone di 17-0 e mettendo in cassaforte il match. La panchina della squadra bianco blu protesta per un fallo non concesso e si becca il tecnico. Dalla lunetta la De Lizza fa uno su due e aumenta il gap. Il risultato all’intervallo lungo è 20-14, ma il break lo si costruisce sino a quattro dal termine del terzo quarto quando la Emjoy torna a segnare. A dieci dal termine della partita la Polisportiva Sorrento è avanti di 13.
Nell’ultimo quarto la pressione a tutto campo della squadra napoletana porta le costiere a sbagliare di nuovo tanto e mantenere un risultato finale  sotto i 40 punti.

Campionato basket under 19 femminile
Polisportiva Sorrento – Emjoy Napoli 38-28
(5-6; 20-14; 33-20)
Polisportiva Sorrento: Serratore, Laurentaci 2, Porzio, De Lizza 4, Stanzione 1, Cacace 9, Picardi D 4, Picardi M 4, Apreda, Negri 12, Russo 2.
Allenatore: Falbo
Emjoy Napoli: Alinei, Autunno, Prestimone 8, Scordo 2, De Masi, Morelli 2, Incorvaia 7, Buonomo 9.
Allenatore: De Martino
Arbitri: sig.ri Scognamiglio e Catullo di San Sebastaiano al Vesuvio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!