Giuseppe Cacace:”Real Massa sfatiamo il tabù trasferta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Domenica scorsa è riuscito a sbloccarsi in classifica impattando contro la Pietro Abbate il Real Massa di Giuseppe Cacace, nel prossimo week-end si dovrà sbloccare in trasferta.
Un avvio non troppo positivo per i rossoneri che solo alla quarta giornata hanno ottenuto punti. I ragazzi massesi dopo aver raggiunto la salvezza nel finale dello scorso anno stanno patendo ancora una volta l’avvio di stagione.
«Purtroppo non siamo riusciti a invertire la tendenza della passata stagione partendo male – dichiara Cacace -. I ragazzi anche giocando bene non sono riusciti a ottenere più di un punto».
Il meglio per il Real Massa lo dedica alla Coppa Campania nella quale l’undici massese ha avuto accesso al secondo turno ed è riuscito a imporsi nella delicata trasferta contro la Boschese.

Invita i suoi a vincere in trasferta mister Cacace

«In Coppa le cose vanno meglio, ma guai ad abbassare la guardia perché la Boschese punta a traguardi importanti – analizza il trainer -. Il ritorno della prossima settimana sarà un duro banco di prova, ma prima di tutto viene il campionato».
Il Real Massa giocherà ancora in trasferta e dovrà provare a sfatare un doppio tabù: l’inconsistenza lontano dal Cerulli e quella sotto porta. Una sorta di maledizione del goal per i rossoneri che costruiscono, ma non capitalizzano il lavoro svolto dalla squadra.
«Chiamiamola maledizione da goal – conclude Cacace -, ma se creiamo tanto riusciremo presto a invertire la tendenza e ottenere una vittoria. Speriamo che già il prossimo fine settimana sia quello giusto contro il temibile Sant’Antonio Abate».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!