Salvatore Peraino 90 anni e non sentirli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Salvatore Peraino sulla destra del presidente federale Dino Meneghin (foto Franco Romano)

Sorrento – Una carriera lunga una vita quella di Salvatore Peraino storico presidente del sodalizio costiero della Fortitudo Sorrento, ma prima ancora coach della storica Polisportiva Sorrento che raggiunse la serie A2 di Basket. E’ stato festeggiato oggi all’Hilton Sorrento Palace con intorno familiari, giocatrici del presente e del passato.
Una vita trascorsa agli albori della pallacanestro pionieristica del dopo guerra sino ai giorni nostri quella di Salvatore Peraino che è coetaneo della Federazione Italiana Pallacanestro. La Fip era presenta alla cerimonia con il presidente Dino Meneghin, icona del basket italiano entrato nella hall of fame di questo sport. La federazione era rappresentata anche dal presidente regionale Manfredo Fucile e dal consigliere federale Gianni del Franco.
Con un filmato realizzato da Raffaele Fontanella e Giuseppe Angiò si sono voluti ricordare gli albori della grande carriera di Salvatore Peraino con la Libertas Stabia.
A ricordare la passione e l’impegno anche le ex allieve del ragioniere e le nuove leve della Fortitudo Basket Sorrento, la cui presidenza Peraino ha lasciato proprio quest’anno a Giuseppina Stinga.
Meneghin ha voluto sottolineare l’impegno sul territorio e il ruolo di maestro che Salvatore Peraino ha ricoperto in settanta anni di attività.
«Si devono seguire i maestri e in questo Peraino che ne è un vivido esempio – ha affermato il presidente federale -. Loro insegnano come vivere lo sport e come affrontare la vita. Infatti il piacere e la gioia di giocare sono gli stimoli giusti per affrontare le sfide della vita».
Sia il Comune di Castellammare di Stabia, sia quello di Sorrento hanno consegnato al ragioniere Peraino una pergamena come riconoscimento dell’impegno settantennale nello sport.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!