Sorrento – Taranto, le pagelle: pollice su per la difesa, bocciati Corsetti e Ginestra

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ROSSI 6: Giornata tutto sommato tranquilla per il numero uno rossonero: il solo Chiaretti gli fa il solletico con due conclusioni dalla

Prestazione superba per il pittbul Romeo

distanza nel primo tempo. Nella ripresa Rantier lo grazia dagli undici metri
VANIN 6,5: Scordatevi il Vanin versione tagliaerba delle scorse annate. Quest’anno Ronnie farà il difensore puro e limiterà le sortite offensive. La partita di oggi ne è la dimostrazione: attento e preciso in fase difensiva, fa capolino oltre la linea di metà campo solamente nelle battute finali del match.
ROMEO 7: Finalmente un difensore con i piedi buoni. Anticipa alla perfezione l’avversario diretto ed esce palla al piede senza mai tentennare. Sulle palle alte quando non ci arriva con l’altezza ci mette l’astuzia.
DI NUNZIO 7: Promosso a sorpresa titolare, vince alla grande il duello con Girardi. Nel finale trova gloria anche in attacco, ma la sua capocciata non ha la forza giusta per battere Bremec.
BONOMI 7: Il timore era che Chiaretti lo facesse ammatire come Falco due settimane fa. Timore errato: il buon Bonomi, con l’esperienza che lo contraddistingue, mette con disinvoltura la museruola al furetto brasiliano. In più spinge con insistenza anche in attacco.
CAMILLUCCI 6: Opaco nei primi quarantacinque minuti, sale in cattedra dopo l’intervallo e confeziona un assist perfetto per Ginestra, che però spreca
TOGNOZZI 5,5: Meno brillante rispetto al secondo tempo di Como. Cresce ad inizio ripresa, quando la pressione dei centrocampisti tarantini cala. Esce perché non è ancora al topo fisicamente. (dal 32’ s.t. ARMELLINO s.v.)
CORSETTI 5: Dispiace dirlo, ma ha ancora una volta dimostrato di non essere all’altezza di questo Sorrento: Fumoso, a tratti irritante, il pubblico dell’Italia lo becca e lui si estranea ancora di più.

Ciro Ginestra, giornata da dimenticare per lui

CARLINI 6: Costretto a girare a largo dai difensori tarantini causa il notevole divario fisico, prova a rendersi pericoloso con i tagli in profondità, ma Sarri, inspiegabilmente, lo toglie nel suo momento migliore (dal 9’ s.t. SCAPPINI 5,5: Entra, lotta, ma è in ritardo su un perfetto cross di Bondi che chiedeva solo di essere spinto in rete) BONDI 6: Male nel primo tempo, bene nella ripresa, quando finalmente cerca il fondo e mette palloni insidiosi in area
GINESTRA 5: Una giornata nera può capitare anche a lui. Sbaglia due gol clamorosi e commette il fallo da rigore su Girardi. (dal 30’ s.t. GALABINOV 6: Gioca di sponda e fa salire la squadra.)
All.SARRI 6: L’azzardo targato Romeo-Di Nunzio spiazza un po’ tutti, ma alla fine i fatti gli danno ragione. Qualche dubbio sulla sostituzione di Carlini: forse in panca andava richiamato Corsetti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!