Bruccoleri vince a Magione, spavento per Michele Esposito

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Si impone Luigi Bruccoleri nel terzo appuntamento del Radica Trophy 2011 a Magione dove il si deve registrare il grave incidente che ha visto protagonista Michele “Miky” Esposito in gara 1.
Il diciassettenne pilota sorrentino, autore della “pole”, stava contendendo la vittoria a Luigi Bruccoleri, quando è uscito di pista sbattendo con violenza contro le barriere di pneumatici poste in fondo alla via di fuga. Attimi di apprensione nel paddock fino all’arrivo di notizie tutto sommato confortanti dall’ospedale di Perugia: il giovane portacolori del Team Autosport Technology ha subito, infatti, la lesione di una vertebra e l’incrinatura di una seconda che lo costringeranno a un periodo di inattività assoluta di almeno due mesi. Se tutto andrà per il meglio, Esposito Jr. potrà risalire su una Radical prima di fine stagione.

Gara 1 – Appaiati in prima fila il “poleman” Michele Esposito e il trentino Adolfo Bottura prendono la partenza lanciata con un gran guizzo di “Miky” che si porta al comando chiudendo il primo giro davanti a Bottura, Luigi Bruccoleri e Andrea Sangiuolo. Al secondo giro Bottura finisce contro un guard-rail e si ritira.
La fuga di Esposito dura fino al dodicesimo giro quando avviene il sorpasso di Bruccoleri che, nell’attacco al leader, fa registrare anche il giro più veloce di tutta la giornata. Al termine del giro successivo, però, nel tentativo di rimanere incollato a Bruccoleri, “Miky” allunga troppo la staccata finendo, come detto, fuori pista.
Alle spalle di Bruccoleri gran bella lotta fra il citato Sangiuolo, Pietro Giordano e Cataldo Esposito che chiudono la gara nell’ordine. Finisce al sesto posto assoluto, invece, Luigi Vinaccia che fino al quinto giro occupava la quarta piazza.
Ottima la gara di Salvatore Venanzio che, pur partendo dai box, vince la Classe 1300 davanti a Francesco Celentano e Michele Fattorini. Successo di Vincenzo Ferrigno nella classe 1000. Noie al cambio durante le qualifiche hanno provocato il forfait del torinese Daniele Barge in gara con l’unica Radical SR3 del lotto. Ritirato, invece, già dal primo giro Giovanni Cuomo.

Gara 2 – A causa degli incidenti in gara 1 non si schierano in griglia Esposito, Bottura e Barge. Gran bella partenza e comando immediato delle operazioni per il sannita Sangiuolo, autore di un brillante debutto nel Trofeo, davanti a Bruccoleri, Giordano e Cataldo Esposito. Dopo otto tornate Bruccoleri infila Sangiuolo e va a vincere anche Gara 2 davanti proprio a quest’ultimo. Terzo gradino del podio per Vinaccia autore di una bella rimonta e del giro più veloce della classe 1600 ottenuto proprio nell’ultimo giro.
Quarta posizione per Pietro Giordano, portacolori della Tramonti Corse, quinta per Cataldo Esposito e sesta per Salvatore Venanzio vincitore, nuovamente, della Classe 1300 davanti a Fattorini e all’appena quindicenne Celentano. Vittoria-bis per Ferrigno nella Classe 1000, mentre Giovanni Cuomo, autore anche del giro più veloce di Gara 2, si è imposto nella Classe 2000.
Dopo i primi sei round il “Radical Trophy Speed 2011” vede al comando nella Classe 1600 Luigi Bruccoleri davanti a Pietro Giordano e Cataldo Esposito. Nella 1300, invece, Salvatore Venanzio conduce davanti ad Aniello Mauriello e Francesco Celentano. La Classe 1000 è appannaggio di Vincenzo Ferrigno, mentre la Classe 2000 è comandata da Michele Esposito.
Prossimo appuntamento il 16 Ottobre all’Autodromo di Franciacorta in provincia di Brescia.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!