Sorrento, quando c’è Scappini davanti… non si scherza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Stefano Scappini in azione al 'Sinigaglia' di Como

Gli è bastata poco più di mezz’ora per raddrizzareuna partita che aveva preso una brutta piega. Entrato al sedicesimo della ripresa al posto di uno spento Corsetti, Stefano Scappini ha risvegliato dal torpore l’attacco del Sorrento, fino a quel momento molle e poco incisivo. Schierato da prima punta, ruolo a lui più congeniale, ha dato ampia dimostrazione delle doti che ha nel repertorio: uomo sponda, con aperture, sia di piede che di testa, per gli esterni, protezione della palla, capacità di attaccare lo spazio e dare profondità e, dulcis in fundo, un fiuto del gol fuori dal normale che gli ha permesso di incornare in rete la punizione di Bondi del definitivo 2-2. Niente male, soprattutto se si pensa che l’attaccante era reduce da noie muscolari.
100 DI QUESTE PARTITE. A casa Scappini, c’è da scommetterci, si sarà brindato con fiumi di champagne fino a tarda sera. E non solo per il gol all’esordio con la casacca rossonera. Con lo spezzone di partita contro il Como, infatti, il ragazzone di Deruta ha raggiunto quota 100 presenze in campionato tra i professionisti. Carriera breve ma già ricca di soddisfazioni, raccolte con le maglie di Ternana, Ravenna ed Alessandria. In più ci sono i gol, 27, con un dato confortante per i tifosi costieri: nelle ultime stagioni, Scappini è andato sempre in crescendo, partendo dall’unica rete nel campionato d’esordio con la Ternana, fino ad arrivare alle 13 della scorsa stagione con l’Alessandria. Segno di un’avvenuta maturità calcistica, che in quest’ultima finestra di mercato ha spinto la Sampdoria a rilevarne l’intero cartellino, detenuto precedentemente in comproprietà con il Ravenna. Proprio dai blucerchiati il Sorrento ne ha prelevato il cartellino in prestito, con diritto di riscatto sulla metà. A richiederlo fortemente è stato mister Sarri, che ne ha apprezzato qualità umane e tecniche nella stagione passata insieme ad Alessandria. Di Scappini il tecnico toscano ha grande stima e considerazione, al di là di un curioso siparietto organizzato nel ritiro estivo di San Quirico d’Orcia.
SCAPPINI, SEI SU SCHERZI A PARTE. Uno scherzo organizzato da mister Sarri in persona con una finta conferenza stampa, ripresa e poi fatta vedere al calciatore: ‘Mister cosa pensa di Scappini? – fu la domanda del giornalista-preparatore atletico – ‘Si tratta di un calciatore mediocre. Sia chiaro non l’ho richiesto io, il mercato lo fa la società…’. Una piccola bugia, fatta per divertirsi, sia chiaro. A cui, comunque, Scappini ha già risposto sul campo alla prima occasione utile. Con l’intenzione di ripetersi, al più presto.

FONTE: Il Domani di Napoli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!