Sorrento, con Sarri la formazione si fa in laboratorio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ernesto Terra, è stato lasciato in tribuna dopo l'esito delle analisi sanguigne

Continua a sorprendere la maniacale cura dei dettagli con cui il tecnico rossonero Maurizio Sarri prepara le sfide del suo Sorrento. Detto dell’attenzione riservata agli avversari, studiati con scouting e filmati delle partite, i tifosi del Sorrento sono rimasti incuriositi dall’ultima trovata dell’allenatore toscano: le analisi ematiche settimanali cui i calciatori sono sottoposti. Pratica che ha fatto già la prima vittima: contro il Como il difensore Ernesto Terra è andato a sorpresa in tribuna, quando tutti davano per scontato la sua presenza in campo dal primo minuto. Motivo? Dai risultati delle analisi svolte in laboratorio, è emerso che il possente difensore centrale rossonero aveva troppo acido lattico nel sangue: segno inequivocabile del mancato smaltimento dei carichi di lavoro svolti in settimana. Per la serie, con Sarri nulla è affidato al caso.

FONTE: Il Domani di Napoli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!