Sarri:”Squadra in crescita, ma troppi goal sbagliati”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Bicchiere mezzo pieno, ma tanto da lavorare per il tecnico Maurizio Sarri

Como – Pari e patta per il Sorrento, che a Como parte forte, ma non riesce a sfruttare tutte le occasioni che crea in chiusura di match con Scappini, Galabinov.
Il tecnico dei costieri Maurizio Sarri non bissa il successo di Monza e ancora una volta, la seconda consecutiva, fa due a due.
« Ho visto una squadra in crescita – sottolinea il tecnico rossonero – che però deve migliorare ancora tanto, sotto ogni punto di vista. Dopo il vantaggio abbiamo subìto eccessivamente la pressione del Como. Perdevamo troppi palloni in mezzo al campo e concedevamo ripartenze pericolose ad un avversario indubbiamente molto più brillante di noi ».
Il Sorrento è andato sotto su un rigore concesso per fallo di Vanin su Ciotola, ma il mister con l’occhio lungo si dice dubbioso sul fatto che l’intervento fosse stato commesso in area.
«Il fallo di Vanin per il rigore del 2-1, dalla mia visuale in panchina, mi è sembrato fuori area. Certo, ero lontano, ma sicuramente non sono stato l’unico a protestare con l’arbitro. Comunque pensiamo ad altro».
Su quanto fatto dai suoi e sull’utilità dei cambi mister Sarri non si sbilancia sul giudizio del singolo, ma mette in risalto, qualora ve ne fosse ancora la necessità il valore del gruppo.
«Tutti hanno fatto bene – si limita a dire Sarri -. Ognuno si è impegnato, con dedizione alla causa e tanta umiltà».
Il Sorrento nella ripresa è venuto fuori chiudendo il Como nella propria metà campo e impattando il match.
«Sì, ho visto lo spirito giusto, tanta determinazione, molta cattiveria. Volevamo dimostrare il nostro valore e penso che a Como si sia visto un Sorrento in crescita».
Bomber Ginestra ancora in rete guarda avanti con rammarico.
«Pari buono – dichiara l’attaccante -. Abbiamo regalato un tempo e sciupato tanto. Il Como nel primo tempo ci ha messo in difficoltà, ma avremmo meritato di vincere».

® Riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!