AS Massa Lubrense: L’Eccellenza ha il sapore della sfida

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

L'Eccellenza la nuova sfida della dirigenza massese

Sorrento – Fuori tutti tranne gli svincolati. Il mercato estivo dei dilettanti si è ufficialmente chiuso alle 19 di sabato sera e le compagini peninsulari sembrano aver agito bene, ma il giudice supremo sarà come sempre il campo.
Obiettivi differenti per Massa Lubrense, Sant’Agnello e Vico Equense, che inseguono tutte la salvezza, ma con budget che variano da squadra a squadra.

Massa Lubrense – Conquistata l’Eccellenza dopo anni di buoni campionati in Promozione grazie al ripescaggio, i nero azzurri del presidente De Gregorio si sono mossi tenendo sempre presente il budget a disposizione, ma provando ad aumentare il tasso tecnico della squadra con innesti di valore.
In difesa c’è stato il ritorno di Bagnulo al centro in coppia con Autiero, ma la sostanza dei due dovrà essere valutata nel corso dell’intero campionato.
Ai due over si aggiunge l’esperienza e la voglia di Santini e la spensieratezza del giovane Luigi Cappiello.
A centrocampo obiettivi chiusi presto con il ritorno di Antonio Cappiello dal Vico Equense, l’arrivo a Massa del talentuoso De Stefano, ex Sant’Agnello e Sorrento in D, a cui si sono aggiunti i giovani Festa, Iovino e Cuomo.
La ciliegina sulla torta sono stati i colpi Cardinale chiuso la settimana scorsa e di Raffaele D’Esposito, ex Treviso, lo scorso anno a Ravenna, che ha firmato nel pomeriggio di ieri.
Il peccato originale del Massa è stato non riuscire a chiudere le trattative intavolate con i diversi attaccanti. Sono sfumati nell’ordine: Lupico, obiettivo primario, che è andato alla neonata Cavese, De Biase dell’Anacapri e il figliol prodigo Marino. L’attaccante di Praiano ha tentato l’avventura con il Savoia, ma considerato il poco spazio che avrebbe avuto con i bianco scudati ha scelto di andare via, ma il Positano proprietario del cartellino ha deciso di tenerselo stretto.
La coppia mercato del Massa, Vinaccia – Gargiulo, ha fatto di necessità virtù e ha chiuso la trattativa con il giovane ’93 Schettino.
Il colpo ad effetto è stato l’arrivo di Ciro Porzio. Classe ’87, ex Sorrento e Aversa Normanna, che dopo un lungo corteggiamento ha detto si al sodalizio di via Arenaccia.
Una vittoria e una sconfitta nelle prime due gare di campionato contro Agropoli e Ippogrifo, giudice a breve termine del lavoro della dirigenza sarà il Faiano.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!