Verso Como: il capitano Vanin suona la carica

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Domenica il Sorrento torna al Sinigaglia di Como, teatro nello scorso febbraio di una indigesta sconfitta per 3-2. La parola d’ordine è concentrazione: la pronuncia più volte il capitano Ronaldo Vanin, reduce dalla buona prestazione, condita dall’assist per Galabinov, contro il Pavia. Il clima in casa rossonera è disteso: «Siamo molto concentrati e pronti per la prossima gara – dice il difensore dopo la sgambata ricca di reti contro la formazione Berretti -. Abbiamo lavorato bene e ci aspettano altri due giorni di lavoro intenso, ma la carica è quella giusta per affrontare questa difficile sfida». Vanin ricorda bene la partita dello scorso anno; «Sono da qualche anno qui ed ogni partita è sempre più difficile – spiega – ma conta molto l’entusiasmo con cui si affronta la gara e noi ne abbiamo molto». Il rammarico per il pareggio contro il Pavia sembra solo un ricordo agrodolce: «Sicuramente dopo la partita un po’ di rammarico c’è stato per l’occasione persa – ammette il capitano – ma il campionato è ancora lungo e non bisogna guardare indietro». Una delle note positive della scorsa gara è stata proprio la prestazione in fase offensiva di Vanin, che potrebbe diventare un’arma in più in partite complicate proprio come quella da affrontare domenica in Lombardia; lui però rivela di non essere soddisfatto al cento per cento della propria gara: «In verità non mi è piaciuto molto il modo in cui ho giocato: la spinta in avanti è una delle mie principali caratteristiche e proverò sempre a sfruttarla al meglio». Chissà che la rete della vittoria contro i comaschi non arrivi proprio su passaggio vincente del capitano, che guarda avanti con fiducia e  prova, da simbolo della squadra, a dare la giusta sferzata ai compagni per la conquista dei tre punti.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!