Sorrento, Armellino ha voglia di rivincita: ‘Quest’anno vi dimostrerò cosa so fare’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

L’anno scorso, tra lo scetticismo generale, si guadagnò la stima di tifosi ed addetti ai lavori disputando un inizio di campionato da applausi. Accanto a Togni, da vero mastino, ha azzannato le caviglie dei suoi avversari e recuperato palloni su palloni. Prestazioni dallo standard elevato, accompagnate da una continuità di rendimento perfetta. Almeno fino a dicembre. Quando, improvvisamente, le scelte di Simonelli lo hanno relegato in panchina. ‘Questione di gerarchie’, soleva giustificarsi il prof di Saviano, che ad Armellino ha sempre preferito il navigato Nicodemo. Una scelta che provocò una grossa frattura tra tecnico e tifoseria, vogliosa di vedere il ragazzotto di Seiano lì nel cuore del centrocampo. Tutto inutile. Tant’è che Armellino non disputò nemmeno un minuto della doppia semifinale play-off con il Verona. ‘Ma adesso è tutta acqua passata… – precisa il diretto interessato. – L’anno scorso ho giocato poco, è vero. Ma il passato, adesso non m’interessa. Adesso sto pensando solo a fare bene in questo campionato’. Grazie anche ad un allenatore che, fin dal primo giorno di ritiro ha espresso ammirazione per lui: ‘Sento molto la fiducia del mister – conferma Armellino. – Ciò mi rende orgoglioso e rappresenta un motivo in più per fare bene’.

Un altro sprone è la stima dei tifosi, ma soprattutto quella del patron Mario Gambardella in persona che, in più di un’occasione, ha parlato di Armellino in termini più che positivi: ‘Mi fa piacere che il presidente abbia speso parole importanti per me. Spero di ripagare la fiducia sua e dei tifosi sul campo’. Campo che lo ha già visto protagonista, con prestazioni di spessore sia a Como che col Pavia. Soprattutto coi biancoazzurri, ha dimostrato una sicurezza ed una personalità degna di un veterano. In più, sembra aver subito una trasformazione: da semplice intenditore a centrocampista tuttofare, con licenza di far male con tiri da fuori: ‘Cambiamenti? Macchè… Le mie caratteristiche sono sempre uguali. Il problema è che l’anno scorso mi è stata negata la possibilità di mostrarle…’. Insomma, Sarri è avvisato. Armellino c’è, è cresciuto ed ha voglia di stupire. E non solo per metà campionato…

FONTE: Il Domani di Napoli, 15 settembre

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!